FAQ sull'anatocismo (tratta dal sito CODACONS)

  • Che cos'è l'anatocismo?

    L'anatocismo (o capitalizzazione degli interessi) consiste nella somma degli interessi con il capitale che a sua volta si accresce e sul quale vengono poi conteggiati nuovi interessi. In altre parole l'anatocismo può essere definito come l'applicazione degli interessi sugli interessi ma sempre a favore della banca.
    Altre notizie

  • In quali contratti viene applicato?
    Il contratto bancario in cui viene applicato di norma è il contratto di conto corrente bancario, sia esso affidato (cioè con fido bancario) sia esso semplice. Vi possono essere tuttavia clausole (illegittime) che prevedono l'anatocismo in altri contratti, come i mutui o altri contratti di finanziamento.

  • Quanto può incidere l'anatocismo sul "costo" del conto corrente?
    Supponiamo che un correntista nell'arco del decennio 1993 - 2003 abbia uno scoperto medio sul conto corrente di € 10.000,00 ed il tasso di interesse passivo medio sia del 10% annuo. Con la capitalizzazione trimestrale gli interessi nel decennio ammonteranno ad € 16.868,57 mentre senza capitalizzazione essi ammonteranno ad € 10.005,48.

  • Perché le banche non restituiscono l'anatocismo ma al contrario continuano ad applicarlo nei contratti di conto corrente?
    Le banche ottengono dall'anatocismo introiti ingentissimi e se dovessero restituire a tutti i correntisti le somme incamerate in questo modo rischierebbero davvero il fallimento. Preferiscono pertanto lasciare che i singoli correntisti si facciano avanti chiedendone le restituzione, ben sapendo che essi saranno una esigua minoranza rispetto a coloro che "lasceranno correre".

  • Chi può ottenere la restituzione delle somme versate a titolo di anatocismo?
    Qualunque correntista di qualunque banca.

  • Mi conviene chiedere la restituzione dell'anatocismo?
    Normalmente per la restituzione dell'anatocismo occorre avviare una causa che presenta comunque dei costi iniziali. È conveniente proporre un'azione solamente se il conto corrente sia stato in passivo per diverso tempo, per delle somme di discreta entità. Ad esempio è inutile chiedere la restituzione dell'anatocismo calcolato su un passivo di qualche settimana ammontante a 1.000,00 € perché corrisponderebbe a pochi centesimi di Euro!

  • Quali sono le percentuali di "rischio" di non vedere accolta la mia domanda?
    Ad oggi l'orientamento largamente prevalente dei Tribunale e Giudici di Pace è quello di accogliere le domande di restituzione dell'anatocismo, conformemente all'indirizzo di tutte le ultime sentenze della Corte di Cassazione, tenendo sempre presente però che tutte le cause, come è noto, presentano dei margini di rischio.

  • Il contratto di conto corrente è estinto: posso ottenere ugualmente la restituzione delle somme?
    Sì se non è stato estinto da più di 10 anni, perché in caso contrario l'azione si è prescritta.

  • Quanto costa fare causa?
    Vi sono dei costi iniziali da sostenere quali le spese giudiziarie, l'incarico di un consulente tecnico-bancario e così via che consigliano di intraprendere la causa solamente se si è veramente intenzionati o se le somme da recuperare hanno un certa consistenza. Bisogna tenere presente però che in caso di esito positivo del giudizio, il giudice con ogni probabilità accollerà alla banca soccombente tutte le spese legali, comprese le somme anticipate dal correntista.

  • A chi mi devo rivolgere?
    Ci si deve rivolgere proprio legale di fiducia, se questi è in grado di fornire consulenza su questi temi e di intraprendere un'azione del genere, altrimenti rivolgendosi al CODACONS si potrà ottenere l'indicazione di un nominativo di un legale specializzato che si impegnerà a fornire assistenza legale al minimo della tariffa professionale.

 

Home page Help indici ISTAT

Ultimi dati Inflazione Italia

PeriodoVar%
Dic-2015 Dic-20160,5
Gen-2016 Gen-20171
Feb-2016 Feb-20171,6
Mar-2016 Mar-20171,4
Apr-2016 Apr-20171,9

Ultimi dati inflazione internazionale

1.9% ITALIA

2.2% USA

1.1% Euro Area

0.2% UE

2% IPCA


ALERT ultimo indice ISTAT

Ricevi ogni mese l'ultimo indice ISTAT per effettuare la rivalutazione monetaria del canone d'affitto o dell'assegno di mantenimento

Ultimi dati ISTAT per la rivalutazione monetaria

PeriodoVar%
Dic-2015 Dic-20160,4
Gen-2016 Gen-20170,9
Feb-2016 Feb-20171,5
Mar-2016 Mar-20171,4
Apr-2016 Apr-20171,7

Euribor NEWS-Ogni giorno nella tua mailbox notizie e tassi EURIBOR

Sottoscrivi Cancellati

Ultima newsletter EURIBOR