Rivalutazione di un assegno di mantenimento pagato e mai rivalutato

Rivalutazione monetaria e calcolo degli interessi legali per un assegno di mantenimento pagato e mai rivalutato

Il caso

Il coniuge deve alla moglie dal 1/10/2003 un assegno di mantenimento di EURO 500,00 al mese, da rivalutare annualmente secondo gli indici Istat. Il marito paga regolarmente EURO 500,00 al mese fino al 31/12/2007, omettendo di rivalutare  annualmente, tramite l’indice Istat, la somma in base a quanto previsto nell’atto di separazione.

Come devono essere calcolati gli arretrati e gli interessi sugli importi omessi dal marito?

Prendiamo per esempio il primo anno: 1/10/2003 – 1/10/2004. Di seguito la tabella con il pagamento anticipato e regolare per i primi 12 mesi.

N. Rata Data
Scadenza
Rata da pagare per l’assegno di mantenimento Totale
parziale
1 01/10/2003 500 500
2 01/11/2003 500 1000
3 01/12/2003 500 1500
4 01/01/2004 500 2000
5 01/02/2004 500 2500
6 01/03/2004 500 3000
7 01/04/2004 500 3500
8 01/05/2004 500 4000
9 01/06/2004 500 4500
10 01/07/2004 500 5000
11 01/08/2004 500 5500
12 01/09/2004 500 6000
 

Dopo le prime dodici rate da € 500,00 l’ importo della 13° rata (la 1° dell’anno successivo) doveva essere aumentato della rivalutazione monetaria pari a 1,7% (aumento Istat da 1/10/2003 – 1/10/2004) e quindi € 8,65  per un importo aggiornato di € 508,65. Il marito ha omesso l’aumento di € 8,65.

Tabella con sviluppo del pagamento regolare comprensivo delle rivalutazioni Istat per tutti i periodi

N. Dal Al Giorni Coeff. (ISTAT) Var. %(ISTAT) Capitale iniziale Capitale rivalutato Diff. Importo PERIODI Importo Dal x PERIODI TOTALE PERIODI
1 01/10/2003 01/10/2004 366 1,0173 1,7 500 508,65 8,65 12 6000 6.000,00
2 01/10/2004 01/10/2005 365 1,0202 2 508,65 518,92 10,27 12 6103,8 12.103,80
3 01/10/2005 01/10/2006 365 1,0167 1,7 518,92 527,59 8,67 12 6227,04 18.330,84
4 01/10/2006 01/10/2007 365 1,0203 2 527,59 538,3 10,71 12 6331,08 24.661,92
5 01/10/2007 31/12/2007 91 1,0076 0,8 538,3 542,39 4,09 2 1076,6 25.738,52

Nei calcoli degli arretrati si dovrà quindi tener conto della differenza non pagata:

508,65-500,00=8,65 che  moltiplicata per le 12 mensilità sarà uguale a 103,80. Questo importo è quello non pagato nel periodo 1/10/2004-1/10/2005.

Il calcolo può essere analizzato nella tabella arretrati di seguito, dove si noterà la rivalutazione monetaria di 103,8 (fino al momento del soddisfo 31/12/207) con  l’aggiunta degli interessi legali sulla somma di 103,80 dal 1/10/2004 al 31/12/2007 uguali a 8,99 € per un totale di 119,67 €.
Il procedimento sopra esposto dovrà essere ripetuto per tutti gli anni perché l’errore è stato reiterato  fino al 31/12/2007.

La tabella del calcolo degli arretrati da pagare comprendente la rivalutazione monetaria e gli interessi legali

Dal Al Importo
non pagato
Num. mensilità Importo non pagato
x
Num. mensilità
Dal
(per calcolo arretrati)
Al
(per calcolo arretrati)
Var% ISTAT Totale Importo 
non pagato
rivalutato
Interessi legali 
sul Totale Importo 
non pagato
rivalutato
Totali parziali
(Rivalutazione Istat+Interessi legali)
01/10/2004 01/10/2005 8,65 12 103,8 01/10/2004 31/12/2007 6,6 110,68 8,99 119,67
01/10/2005 01/10/2006 18,92 12 227,04 01/10/2005 31/12/2007 4,5 237,3 13,34 250,64
01/10/2006 01/10/2007 27,59 12 331,08 01/10/2006 31/12/2007 2,8 340,38 10,63 351,01
01/10/2007 31/12/2007 38,30 2 76,6 01/10/2007 31/12/2007 0,8 77,18 0,48 77,66
                  TOTALE 798,98

Come effettuare in automatico il calcolo degli arretrati?

Tramite il  calcolatore avanzato di RIVALUTA.it si otterrà la tabella con tutti i conteggi.


Crea tabella dei pagamenti con l’aumento istat

Partendo dalla rata definita in sede di separazione si ottiene lo sviluppo mensile. Utilizza l’utility