Rivalutazione di un assegno di mantenimento pagato e mai rivalutato

Rivalutazione monetaria e calcolo degli interessi legali per un assegno di mantenimento pagato e mai rivalutato

Il caso

Il coniuge deve alla moglie dal 1/10/2003 un assegno di mantenimento di EURO 500,00 al mese, da rivalutare annualmente secondo gli indici Istat. Il marito paga regolarmente EURO 500,00 al mese fino al 31/12/2007, omettendo di rivalutare  annualmente, tramite l’indice Istat, la somma in base a quanto previsto nell’atto di separazione.

Calcoliamo gli arretrati dell’assegno: rivalutazione istat e interessi legali sugli importi omessi dal marito

Iniziamo con il primo anno: 1/10/2003 – 1/10/2004. Di seguito la tabella con il pagamento anticipato e regolare per i primi 12 mesi.

N. Rata Data
Scadenza
Rata da pagare per l’assegno di mantenimento Totale
parziale
1 01/10/2003 500 500
2 01/11/2003 500 1000
3 01/12/2003 500 1500
4 01/01/2004 500 2000
5 01/02/2004 500 2500
6 01/03/2004 500 3000
7 01/04/2004 500 3500
8 01/05/2004 500 4000
9 01/06/2004 500 4500
10 01/07/2004 500 5000
11 01/08/2004 500 5500
12 01/09/2004 500 6000

Dopo le prime dodici rate da € 500,00 l’ importo della 13° rata (la 1° dell’anno successivo) doveva essere aumentato della rivalutazione monetaria ovvero dell’aumento Istat uguale a 1,7% (aumento Istat da 1/10/2003 – 1/10/2004) e quindi € 8,65  per un importo aggiornato finale di € 508,65

Il marito ha omesso l’aumento di € 8,65.

Tabella con sviluppo del pagamento regolare comprensivo delle rivalutazioni Istat per tutti i periodi

N. Dal Al Giorni Coeff. (ISTAT) Var. %(ISTAT) Capitale iniziale Capitale rivalutato Diff. Importo PERIODI Importo Dal x PERIODI TOTALE PERIODI
1 01/10/2003 01/10/2004 366 1,0173 1,7 500 508,65 8,65 12 6000 6.000,00
2 01/10/2004 01/10/2005 365 1,0202 2 508,65 518,92 10,27 12 6103,8 12.103,80
3 01/10/2005 01/10/2006 365 1,0167 1,7 518,92 527,59 8,67 12 6227,04 18.330,84
4 01/10/2006 01/10/2007 365 1,0203 2 527,59 538,3 10,71 12 6331,08 24.661,92
5 01/10/2007 31/12/2007 91 1,0076 0,8 538,3 542,39 4,09 2 1076,6 25.738,52

Nei calcoli degli arretrati si dovrà quindi tener conto della differenza non pagata. 

508,65-500,00=8,65 che  è la differenza. Essa dovrà essere moltiplicata per le 12 mensilità.

In definitiva 8,65 * 12= 103,80.

Questo importo è quello non pagato nel periodo 1/10/2004-1/10/2005.

Il calcolo può essere analizzato nella tabella arretrati di seguito, dove si noterà la rivalutazione monetaria di 103,8 (fino al momento del soddisfo 31/12/207) con  l’aggiunta anche degli interessi legali sulla somma di 103,80 dal 1/10/2004 al 31/12/2007 uguali a 8,99 € per un totale di 119,67 €.
Il procedimento sopra esposto dovrà essere ripetuto per tutti gli anni perché il marito ha reiterato l’errore fino al 31/12/2007.

La tabella del calcolo degli arretrati da pagare comprendente la rivalutazione monetaria e gli interessi legali

Dal Al Importo
non pagato
Num. mensilità Importo non pagato
x
Num. mensilità
Dal
(per calcolo arretrati)
Al
(per calcolo arretrati)
Var% ISTAT Totale Importo
non pagato
rivalutato
Interessi legali
sul Totale Importo
non pagato
rivalutato
Totali parziali
(Rivalutazione Istat+Interessi legali)
01/10/2004 01/10/2005 8,65 12 103,8 01/10/2004 31/12/2007 6,6 110,68 8,99 119,67
01/10/2005 01/10/2006 18,92 12 227,04 01/10/2005 31/12/2007 4,5 237,3 13,34 250,64
01/10/2006 01/10/2007 27,59 12 331,08 01/10/2006 31/12/2007 2,8 340,38 10,63 351,01
01/10/2007 31/12/2007 38,30 2 76,6 01/10/2007 31/12/2007 0,8 77,18 0,48 77,66
                765,54 33,44 798,98

Per calcolare in automatico gli arretrati puoi utilizzare il  calcolatore avanzato di RIVALUTA.it

Un aiuto sull’uso del calcolatore avanzato per il calcolo degli arretrati

Il calcolatore avanzato di Rivaluta.it

Potrebbe interessarti sapere come creare la  tabella dei pagamenti con l’aumento Istat

Partendo dalla rata definita in sede di separazione si potrà ottenere lo sviluppo mensile. Utilizza l’utility