Stima inflazione ufficiale ISTAT aprile 2020

Stima inflazione ad Aprile 2020 è nulla(0%) su base annua

L’ISTAT stima ad aprile la variazione mensile dell’inflazione (rispetto a marzo 2020) uguale a 0,1% e nulla rispetto ad aprile 2019.

Aumento identico a quello del mese precedente. Qui sotto la tabella delle ultime rilevazione con la stima di  Aprile.

Mesi Var%
annua
Var%
mensile
Var% media
parziale
Gennaio 2020 0,5% 0,1% 0,5%
Febbraio 2020 0,3% -0,1% 0,4%
Marzo 2020 0,1% 0,1% 0,3%
Aprile 2020 0% 0,1% 0,2%

Come mai inflazione zero ad aprile 2020?

L’azzeramento dell’inflazione è imputabile prevalentemente alla dinamica dei prezzi dei beni energetici, che amplificano la loro flessione sia nella componente regolamentata (da -9,4% a -13,9%) sia in quella non regolamentata (da -2,7% a -7,6%); questa dinamica è solo in parte compensata dall’accelerazione dei prezzi dei beni alimentari (da +1,1% a +2,8%) e, in misura minore, dalla riduzione della flessione dei prezzi dei servizi relativi alle comunicazioni (da -2,6% a -1,3%).

L’ISTAT sottolinea che i prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona accelerano in modo marcato da +1,0% a +2,6%, mentre la crescita di quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto passa da +0,6% a +0,8%.

Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) registra un aumento dello 0,5% su base mensile e dello 0,1% su base annua (stabile rispetto al mese precedente).

Può essere utile sullo stesso argomento

Calcolatore inflazione

L’ultimo dato sull’inflazione corrente

Previsione inflazione per i prossimi mesi

Verifica codice fiscale

Verifica il codice fiscale sul sito dell’Agenzia

La fonte e il sito ufficiale per la verifica del codice fiscale è quello dell’Agenzia delle Entrate.

Le altre fonti non sono ufficiali. Quindi nell’eventualità effettua sempre il check e la verifica presso il sito dell’Agenzia.

Quali verifiche puoi effettuare?

Le verifiche sono due:

La prima è quella che ti permette di introdurre il codice fiscale ed ottenere la verifica per  persona fisica o di soggetto diverso da persona fisica.

Dovrai introdurre il CF e poi un codice di verifica e otterrai una edlle seguenti risposte:

CODICE FISCALE VALIDO oppure CODICE FISCALE NON VALIDO

La seconda  è quella relativa a Verifica e corrispondenza tra il codice fiscale e i dati anagrafici di una persona fisica

Il servizio verifica la validità e la corrispondenza tra un codice fiscale e i dati anagrafici completi di una persona fisica, attraverso il collegamento con l’Anagrafe tributaria. Per eseguire la verifica occorre indicare negli appositi campi il codice fiscale e i dati anagrafici completi del soggetto.

Verifica codice fiscale
Campi input sul sito Agenzia delle Entrate per la Verifica codice fiscale

L’inflazione a marzo 2020 nel periodo di COVID-19 e Coronavirus

A marzo 2020 l’inflazione  registra +0,1% in un anno e stesso valore rispetto a febbraio 2020

Partendo dall’ultimo dato in archivio un valore maggiore di 0,1 è stato registrato nel periodo Feb-2019 Feb-2020 e il suo valore fu 0,3%.

Mentre il primo valore uguale a 0,1 è stato registrato nel periodo Nov-2015 Nov-2016 con un valore di 0,1%.

Per un valore minore di 0,1 per cento bisogna tornare indietro fino al dato dell’inflazione di Ott-2015 Ott-2016 con -0,2%

Per avere una visione ad ampio spettro consigliamo di visitare la pagina I grafici dell’inflazione in Italia:Indici NIC, FOI e IPCA per estrarre e creare  tabella con dati e grafico.

 


Tabella inflazione annua Marzo 2018 – Marzo 2020

N Periodi Inflazione
annua
Inflazione
mensile
Inflazione Media
Valore parziale
1 Marzo-2017 Marzo-2018 0,8% 0,3% 1,5%
2 Aprile-2017 Aprile-2018 0,5% 0,1% 0,0%
3 Maggio-2017 Maggio-2018 1,0% 0,3% 0,5%
4 Giugno-2017 Giugno-2018 1,3% 0,2% 0,7%
5 Luglio-2017 Luglio-2018 1,5% 0,3% 0,8%
6 Agosto-2017 Agosto-2018 1,6% 0,4% 1,3%
7 Settembre-2017 Settembre-2018 1,4% -0,5% 1,3%
8 Ottobre-2017 Ottobre-2018 1,6% 0,0% 1,3%
9 Novembre-2017 Novembre-2018 1,6% -0,2% 1,3%
10 Dicembre-2017 Dicembre-2018 1,1% -0,1% 1,3%
11 Gennaio-2018 Gennaio-2019 0,9% 0,1% 1,3%
12 Febbraio-2018 Febbraio-2019 1,0% 0,1% 1,3%
13 Marzo-2018 Marzo-2019 1,0% 0,3% 1,2%
14 Aprile-2018 Aprile-2019 1,1% 0,2% 1,2%
15 Maggio-2018 Maggio-2019 0,8% 0,0% 1,1%
16 Giugno-2018 Giugno-2019 0,7% 0,1% 1,1%
17 Luglio-2018 Luglio-2019 0,4% 0,0% 1,1%
18 Agosto-2018 Agosto-2019 0,4% 0,4% 1,0%
19 Settembre-2018 Settembre-2019 0,3% -0,6% 1,0%
20 Ottobre-2018 Ottobre-2019 0,2% -0,1% 0,9%
21 Novembre-2018 Novembre-2019 0,2% -0,2% 0,9%
22 Dicembre-2018 Dicembre-2019 0,5% 0,2% 0,8%
23 Gennaio-2019 Gennaio-2020 0,5% 0,1% 0,9%
24 Febbraio-2019 Febbraio-2020 0,3% -0,1% 0,9%
25 Marzo-2019 Marzo-2020 0,1% 0,1% 0,8%
Variazione Media 0,8% —— ——

Potrebbe tornare utile sull’argomento inflazione media annua e la pagina Dati aggiornati sull’Inflazione, grafici, tabelle, analisi e serie storiche per Italia

Il comunicato ISTAT per Marzo 2020

Corso EXCEL per muovere i primi passi

Desidero imparare Excel. Cerco una guida semplice e rapida per sopravvivere

La barra di Excel
La barra di Excel

Abbiamo raccolto questa richiesta di aiuto e allora ci siamo messi a lavoro per trovare e quindi consigliare ai nostri utenti risorse online  “già fatte”. Sono molti gli utenti che desiderano imparare Excel ma non riescono a trovare una guida che li possa guidare senza stress. 

La prima lettura è sulla storia del foglio elettronico  in inglese spreadsheet.

Bisogna possedere le basi per immergersi su un argomento che non si conosce. Ecco perché il primo passo da fare è quello storico per conoscere da dove e quando siamo partiti.

Cos’è un foglio elettronico o  spreadsheet?

La storia del foglio elettronico ben spiegata in lingua italiana su https://it.wikipedia.org/wiki/Foglio_elettronico.

Tempo di lettura (10 minuti)

In inglese e su  https://en.wikipedia.org/wiki/Spread.sheet#Paper_spreadsheets. Qui si trovano anche delle vecchie e utili immagini da vedere sui primi fogli elettronici (VisiCalc che girava su un Apple II) .

Tempo di lettura (10 minuti)

Video su Excel

Un ottimo e bellissimo documentario su Youtube in lingua inglese che spiega come è nato il foglio elettronico.

Se non conosci la linga inglese puoi inserire la traduzione automatica in italiano per apprezzarlo pienamente. Si noteranno i primi PC IBM che venivano usati negli anni 80. Tempo di visione (13 minuti)

https://www.youtube.com/watch?v=oDtY1f8t9aI

Si inizia con Excel, mani in pasta.

Apriamo EXCEL e anche questo video che proponiamo sotto. Nono dovrai far altro che seguire passo passo le istruzioni della brava insegnate che ti farà muovere i primi passi con EXCEL in maniera magistrale.

Video Base ben fatto (TEMPO 13 minuti)

Ora che hai appreso le basi sai come muoverti tocca a te trovare le migliore risorse online.

Ovviamente il  riferimento principale per Excel è il sito Microsft. Qui trovi una ottima guida su  Formazione su Excel.


Altre risorse su EXCEL

Trasformare in EXCEL un numero intero nel formato ore minuti e secondi oppure in minuti e secondi

Come si calcolano le date di scadenze pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale relative ai bandi di concorso

Calcolare la differenza percentuale tra due numeri con Excel

Errato dire Lockdown e distanziamento sociale nel periodo COVID-19

Il prof. Sabatini tira le orecchie ai giornalisti che usano Lockdown e distanziamento sociale 

La pandemia da COVID-19 ha fatto emergere alcune parole che raramente venivano usate nelle comunicazione giornalistica parlata e scritta.

Parole come LOCKDOWN e Distanziamento sociale ci vengono proposte giornalmente dai comunicati dei TG sia televisivi che radiofonici e anche dalle testate giornalistiche.

Nella puntata su RAI 1 UNO mattina In famiglia del 5 aprile 2020 il Prof.  Francesco Sabatini (nella foto)

Prof. Sabatini Francesco
Fonte: https://www.comunitaitalofona.org/

durante la rubrica “Pronto soccorso linguistico” ha consigliato vivamente di non usare nella lingua parlata e scritta termini come:

  • Lockdown
  • Distanziamento sociale

Al loro posto meglio usare:

  • Serrata
  • Distanza fisica

Cosa significa Lockdown?

Consultiamo il Cambridge English Dictionary

Calcolo variazione percentuale per la sintesi dei dati COVID

Come usare l’utility Calcolo variazione percentuale sui dati relativi a Covid-19 comunicati dal Ministero della salute

Situazione Attuale CORONAVIRUS dati ufficiali-Calcolo variazioni percentuali sui dati ufficiali
Fonte Ministero della Salute

Il Ministero della salute comunica giornalmente su questa pagina i dati su Covid-19 – Situazione in Italia

I dati comunicati sono:

  • ATTUALMENTE POSITIVI
  • DECEDUTI
  • GUARITI

I dati numerici  dei POSITIVI vengono forniti in questo modo:

si trovano in isolamento domiciliare 50.456
ricoverati con sintomi 28.540
in terapia intensiva 4.053
TOTALE 83.049

Calcolare la variazione percentuale di questi valori rispetto al totale in questo caso ci aiuterebbe  a sintetizzare il fenomeno tra il dato Totale in questo caso 83409 e quello riportato nei casi elencati nella tabella.

Quindi invece di effettuare la variazione assoluta tra dato Totale e dato relativo  a si trovano in isolamento domiciliare come nell’esempio (1) torna utile calcolare la variazione percentuale.

(1) Totale – si trovano in isolamento domiciliare

Quindi fatto 100 il Totale (83.049)  quanto vale in percentuale il dato dei casi si trovano in isolamento domiciliare (50.456)?

La risposta è 60,75%

Ecco la sintesi:

si trovano in isolamento domiciliare 60,75%
ricoverati con sintomi 34,37%
in terapia intensiva 4,88%
TOTALE 100,00%

Nella procedura basterà introdurre il valore totale e il valore del caso che ci interessa e si otterrà la percentuale.


La procedura per Calcolare la variazione percentuale tra due valori

Stima inflazione marzo 2020

Inflazione a marzo 2020 uguale a 0,1%

A marzo 2020 secondo le stime Istat l’inflazione registra un aumento sia su base annua che mensile uguale allo 0,1% dallo +0,3% del mese precedente. Un dato così basso non si registrava dal periodo Novembre-2015 Novembre-2016 quando l’inflazione registrò un valore uguale.

Tabella  con le ultime 13 rilevazioni dell’inflazione annua da Marzo 2018 – Febbraio 2020

Periodi Inflazione
annua
Inflazione
mensile
Marzo-2018 Marzo-2019 1,0% 0,3%
Aprile-2018 Aprile-2019 1,1% 0,2%
Maggio-2018 Maggio-2019 0,8% 0,0%
Giugno-2018 Giugno-2019 0,7% 0,1%
Luglio-2018 Luglio-2019 0,4% 0,0%
Agosto-2018 Agosto-2019 0,4% 0,4%
Settembre-2018 Settembre-2019 0,3% -0,6%
Ottobre-2018 Ottobre-2019 0,2% -0,1%
Novembre-2018 Novembre-2019 0,2% -0,2%
Dicembre-2018 Dicembre-2019 0,5% 0,2%
Gennaio-2019 Gennaio-2020 0,5% 0,1%
Febbraio-2019 Febbraio-2020 0,3% -0,1%
Marzo-2019 Marzo-2020
STIMA
0,1% 0,1%


L’Istat specifica che la decelerazione dell’inflazione è imputabile prevalentemente alla dinamica dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (che registrano un’inversione di tendenza da +1,2% a -2,7%) e dei servizi (che rallentano la loro crescita da +1,0% a +0,6%); tali andamenti sono stati solo in parte compensati dall’accelerazione dei prezzi dei beni alimentari (da +0,4% a +1,2%) e dei tabacchi (da +1,5% a +2,5%).

La variazione rispetto al mese precedente (congiunturale) dell’indice generale è dovuta all’aumento dei prezzi dei tabacchi (+2,3%) e in misura minore dei beni alimentari (+0,4%), solo in parte compensato dalla diminuzione dei prezzi dei beni energetici non regolamentati (-2,2%).

L’inflazione acquisita per il 2020 è pari a zero per l’indice generale e a +0,2% per la componente di fondo.

I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona accelerano da +0,3% di febbraio a +1,2%, mentre quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto rallentano da +0,8% a +0,7%, registrando in entrambi i casi una crescita più sostenuta di quella riferita all’intero paniere.

Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta del 2,2% su base mensile, per effetto della fine dei saldi invernali dell’abbigliamento e calzature, e dello 0,1% su base annua (da +0,2% del mese precedente).

Inflazione e Corona Virus

L’Istat precisa che le stime preliminari degli indici dei prezzi al consumo di marzo sono state elaborate nel contesto dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del coronavirus in Italia, con la sospensione di attività di ampi segmenti dell’offerta di beni e servizi di consumo.

L’impianto dell’indagine sui prezzi al consumo, basato sull’utilizzo di una pluralità di canali per l’acquisizione dei dati, ha consentito di ridurre gli effetti negativi dell’elevato numero di mancate rilevazioni.