Inflazione US aprile 2024: confermato a 3,4% il dato annuale

Ad aprile 2024 negli USA l’inflazione  è aumentata dello 0,4% rispetto a marzo scorso

Negli ultimi 12 mesi, l’indice per tutti gli articoli è aumentato del 3,4% prima dell’aggiustamento stagionale.

Inflazione Annua USA dal 2000 ad aprile 2024
Inflazione Annua USA dal 2000 ad aprile 2024

Ad aprile aumentano l’indice per l’alloggio e l’indice per la benzina. Insieme, questi due indici hanno contribuito a oltre il settanta percento dell’aumento mensile nell’indice per tutti gli articoli.

L’indice dell’energia è aumentato dell’ 1,1% ad aprile. L’indice del cibo è rimasto invariato ad aprile. L’indice del cibo da asporto (Food at home) è diminuito dello 0,2%, mentre l’indice del cibo fuori casa è aumentato dello 0,3% nel mese.

L’indice per tutti gli articoli esclusi alimentari ed energia è aumentato dello 0,3% ad aprile, dopo essere aumentato dello 0,4% in ciascuno dei 3 mesi precedenti. Gli indici che sono aumentati ad aprile includono alloggio, assicurazione per veicoli a motore, cure mediche, abbigliamento e cura personale. Gli indici per auto e camion usati, arredamento e funzioni domestiche e nuovi veicoli sono stati tra quelli che sono diminuiti nel mese.

L’indice per tutti gli articoli è aumentato del 3,4% nei 12 mesi fino ad aprile, un aumento inferiore rispetto al 3,5% registrato nei 12 mesi fino a marzo. L’indice per tutti gli articoli esclusi alimentari ed energia è aumentato del 3,6% negli ultimi 12 mesi. L’indice dell’energia è aumentato del 2,6% nei 12 mesi fino ad aprile. L’indice del cibo è aumentato del 2,2% nell’ultimo anno.

Tabella con gli aumenti mensili e annui dei prodotti che contribuiscono al calcolo dell'inflazione negli US

Gli ultimi dati dell’inflazione USA

Ultimi dati inflazione USA anno 2024

Periodo Variazione
annua
Variazione
mensile
Gennaio 2023 6.4% 0.8%
Febbraio 2023 6.0% 0.6%
Marzo 2023 5.0% 0.3%
Aprile 2023 4.9% 0.5%
Maggio 2023 4.0% 0.3%
Giugno 2023 3.0% 0.3%
Luglio 2023 3.2% 0.2%
Agosto 2023 3.7% 0.4%
Settembre 2023 3.7% 0.2%
Ottobre 2023 3.2% -0.0%
Novembre 2023 3.1% -0.2%
Dicembre 2023 3.4% -0.1%
Gennaio 2024 3.1% 0.5%
Febbraio 2024 3.2% 0.6%
Marzo 2024 3.5% 0.6%
Aprile 2024 3.4% 0.4%

Approfondisci sui dati US su Ultimi dati inflazione US

Il comunicato ufficiale pubblicato dal Bureau of Labor Statistics

L’inflazione acquisita: significato ed esempi

Cos’è l’inflazione acquisita?

L’inflazione acquisita rappresenta la variazione media dell’indice nell’anno indicato, che si avrebbe ipotizzando che l’indice stesso rimanga al medesimo livello dell’ultimo dato mensile disponibile nella restante parte dell’anno.

Inflazione acquisita - significato dal Glossario ISTAT

La fonte di questa spiegazione è il Glossario Statistico dell’Istat (immagine sopra).

Il calcolo dell’inflazione acquisita

Calcoliamo l’inflazione acquisita per aprile 2024 tenendo conto che l’ultimo indice ISTAT a nostra disposizione sia quello relativo a marzo 2024 con 120,2 e che l’ultima variazione mensile registrata sia stata uguale allo 0%. 

Calcoliamo l’indice ISTAT per aprile 2024:

  1. All’ultimo indice pubblicato (120,2) relativo al mese di Marzo 2024 viene aggiunta la variazione mensile registrata nel mese di Marzo 2024 (0,0%), ottenendo un INDICE PREVISTO per il periodo di Aprile 2024 ; (potrebbe tornare utile Calcolo percentuale).
  2. Calcoliamo l’indice previsto INDICE PREVISTO = (0,0/100) x 120,2 = quindi 120,2 + 120,2
  3. Per il calcolo della variazione annuale è necessario utilizzare l’indice NIC dello scorso anno (119,3) relativo al periodo di Aprile 2023
  4. Procediamo al calcolo della variazione percentuale tra i due indici (tra Indice Previsto e l’Indice Noto dello scorso anno) per ottenere la Variazione annuale (inflazione annua) relativa al prossimo mese di Aprile 2024 :
    Variazione annua = (INDICE PREVISTO *100 / INDICE NOTO scorso anno)-100
    Variazione annua = (120,2 * 100 /119,3) - 100 = 0,8%

L’inflazione acquisita per il successivo mese di aprile 2024 sarà uguale allo 0,8%.

Se si ripete questo processo per gli altri mesi fino a dicembre 2024, utilizzando l’indice ipotizzato del mese precedente per calcolare quello del mese successivo si potrà avere l’inflazione acquisita per l’anno 2024.

Di seguito lo sviluppo della tabella con il calcolo dell’inflazione acquisita per l’anno 2024 che sarà uguale allo 0,5%. Per opportuna conferma ecco il comunicato Istat dell’inflazione per il mese di marzo 2024,  in cui viene indicato il dato dell’inflazione acquisita per il 2024 uguale a 0,5%.

N Periodo Indice Dal Indice Al Var% annua
1 Gennaio 2024 119,1 120,1 0,8%
2 Febbraio 2024 119,3 120,2 0,8%
3 Marzo 2024 118,8 120,2 1,2%
4 Aprile 2024 119,3 120,2 0,8%
5 Maggio 2024 119,7 120,2 0,4%
6 Giugno 2024 119,7 120,2 0,4%
7 Luglio 2024 119,7 120,2 0,4%
8 Agosto 2024 120,1 120,2 0,1%
9 Settembre 2024 120,3 120,2 -0,1%
10 Ottobre 2024 120,1 120,2 0,1%
11 Novembre 2024 119,5 120,2 0,6%
12 Dicembre 2024 119,7 120,2 0,4%
  Media 119,6 120,2 0,5%

Calcola l’inflazione acquisita utilizzando la nostra utility Previsione inflazione media annuale e mensile per i prossimi mesi

Potrebbe interessarti sapere cos’è L’Inflazione percepita oppure conoscere il significato dell’Inflazione di fondo conosciuta come “core inflation“?

Lieve rallentamento del tasso d’inflazione ad aprile 2024

In Italia l’inflazione scende allo 0,9% da 1,2% di Marzo scorso

Inflazione Aprile 2024 (stima)

L’inflazione in Italia ad Aprile 2024 mostra un aumento dello 0,2% su base mensile e dello 0,9% su base annua.

Periodo Var.% mese Var% anno
Aprile 2024(stima) 0,2% 0,9%
Marzo 2024 0% 1,2%
Febbraio 2024 0,1% 0,8%
Gennaio 2024 0,3% 0,8%
Dicembre 2023 0,2% 0,6%
Novembre 2023 -0,5% 0,7%
Ottobre 2023 -0,2% 1,7%
Settembre 2023 0,2% 5,3%
Agosto 2023 0,3% 5,4%
Luglio 2023 0% 5,9%
Giugno 2023 0% 6,4%
Maggio 2023 0,3% 7,6%
Aprile 2023 0,4% 8,2%
Marzo 2023 -0,4% 7,6%

Puoi richiedere ulteriori dati sull’inflazione in Italia su Elabora dati inflazione per: Italia(NIC, FOI e IPCA), Area Euro, USA

Fattori Influenti

La decelerazione dell’inflazione è attribuita alla diminuzione dei prezzi dei beni energetici non regolamentati e alla decelerazione dei prezzi in vari settori come i trasporti e i servizi vari.

Variazioni dei Prezzi

I prezzi dei tabacchi e dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona hanno visto un’accelerazione, mentre i beni energetici regolamentati hanno mostrato un’inversione di tendenza positiva.

Inflazione di Fondo

L’inflazione al netto degli energetici e degli alimentari freschi si attesta al 2,2%, in lieve decelerazione rispetto al mese precedente.

Studia e scarica i dati dell’inflazione in Italia

In Area Euro a Marzo scende l’inflazione: 2,4%

L’inflazione annuale dell’Area Euro scende al 2,4% a marzo 2024,  rispetto al 2,6% di febbraio scorso confermando le stime

In Area Euro a Marzo scende l'inflazione: 2,4% 1
Grafico inflazione Area Euro da Giugno 2023 a Marzo 2024

Segnali positivi per la discesa dell’inflazione in Area Euro

Lo scorso anno, nello stesso mese (marzo 2023) il tasso dell’inflazione era del 6,9%. L’inflazione media per l’anno 2024 è uguale a 2,6%. Nello stesso periodo dello scorso anno (Gennaio-Marzo) la media dell’inflazione era stata uguale a 9% mentre la media annuale per l’anno 2023 risultò uguale a 5,5%.

I tassi annuali più bassi sono stati registrati in Lituania (0,4%), Finlandia (0,6%) e Danimarca (0,8%). I tassi annuali più alti sono stati registrati in Romania (6,7%), Croazia (4,9%), Estonia e Austria (entrambi 4,1%).

In Area Euro a Marzo scende l'inflazione: 2,4% 2
Inflazione nei paesi dell’Area Euro a Marzo 2024

Eurostat comunica che rispetto a febbraio, l’inflazione annua è diminuita in tredici Stati membri, è rimasta stabile in quattro ed è aumentata in dieci.

A marzo, il contributo più elevato al tasso annuo di inflazione dell’area euro è venuto dai servizi (+1,76 %), seguiti da alimentari, alcol e tabacco (+0,53 %), beni industriali non energetici (+0,30 %) ed energia. (-0,16 %).

Inflazione nell’Unione

L’inflazione annuale dell’Unione Europea è stata del 2,6% a marzo 2024, in calo rispetto al 2,8% di febbraio. Un anno prima il tasso era dell’8,3%. 

Per tutte le statistiche relative all’inflazione per l’Area Euro utilizza la nostra utilità

 

A marzo 2024 lieve accelerazione dell’inflazione in Italia:+1,2%

A marzo 2024  in Italia  l’inflazione risale leggermente, portandosi all’1,2% dallo 0,8% di febbraio scorso.

L’inflazione media annua fino al mese di Marzo risulta uguale a 0,9 lo scorso anno la media era stata nello stesso periodo 9%. Qui la tabella con tutti i dati relativi all’inflazione per l’anno 2024

Grafico inflazione Italia dal 2019 a Marzo 2024
Grafico inflazione Italia dal 2019 a Marzo 2024

 

Il dato definitivo è inferiore alla stima Istat del 29 marzo scorso quando fu stimata all’1,3 per cento con un aumento mensile dello 0,1%. 

N Periodo Var.% mese Var% anno
1 Marzo 2024 0% 1,2%
2 Febbraio 2024 0,1% 0,8%
3 Gennaio 2024 0,3% 0,8%
4 Dicembre 2023 0,2% 0,6%
5 Novembre 2023 -0,5% 0,7%
6 Ottobre 2023 -0,2% 1,7%
7 Settembre 2023 0,2% 5,3%
8 Agosto 2023 0,3% 5,4%
9 Luglio 2023 0% 5,9%
10 Giugno 2023 0% 6,4%
11 Maggio 2023 0,3% 7,6%
12 Aprile 2023 0,4% 8,2%
13 Marzo 2023 -0,4% 7,6%
14 Febbraio 2023 0,2% 9,1%

La lieve accelerazione riflette l’attenuarsi della flessione su base tendenziale dei prezzi dei beni energetici (-10,8% da -17,3% di febbraio), sia per la componente regolamentata che non regolamentata.

Un sostegno all’inflazione si deve inoltre all’accelerazione dei prezzi dei servizi relativi al trasporto (+4,5% da +3,8%). Di contro, i prezzi dei prodotti alimentari non lavorati mostrano anche a marzo un rallentamento (+2,6% da +4,4%). Frena la dinamica su base annua dei prezzi del “carrello della spesa” (+2,6%), mentre l’inflazione di fondo si attesta al +2,3% (stabile rispetto al mese precedente).

Inflazione di fondo: Cos’è e cosa comprende

L’inflazione di fondo  oppure core inflation, in inglese  è un indicatore che mira a fornire una visione più stabile e precisa dell’andamento dei prezzi, escludendo dall’analisi quei beni e servizi che sono particolarmente soggetti a variazioni di prezzo, come per esempio  quelli alimentari ed energetici.

L’inflazione di fondo misura l’aumento dei prezzi senza comprendere gli energetici e gli alimentari freschi.

Inflazione di fondo: Cos'è e cosa comprende 3

Questa esclusione viene fatta per evitare distorsioni dovute a fluttuazioni temporanee dei prezzi di questi prodotti. Per esempio sui prodotti stagionali come la frutta oppure i saldi stagionali.

Mentre il tasso d’inflazione tradizionale tiene conto di tutti i beni e servizi nel calcolo, incluso cibi e combustibili che possono mostrare una maggiore volatilità nei prezzi nel breve termine.

In definitiva l’inflazione di fondo si concentra su una gamma più stabile di beni e servizi.

Questo permette agli economisti di avere una migliore comprensione dell’andamento generale dei prezzi e quindi dell’inflazione, senza essere influenzati da variazioni transitorie nei prezzi di alcuni beni.

Potrebbe interessarti sullo stesso argomento

 

BCE: Tassi fermi, a giugno prossimo si vedrà

Il Consiglio direttivo della BCE ha deciso di mantenere invariati i tre tassi di interesse di riferimento

Le nuove informazioni confermano la valutazione precedente sull’inflazione in Area Euro a medio termine, che continua a diminuire principalmente a causa del contenimento dei prezzi alimentari e dei beni. Nonostante le restrizioni finanziarie e i precedenti aumenti dei tassi di interesse abbiano contribuito a ridurre l’inflazione, le pressioni sui prezzi dei servizi rimangono forti.

BCE: Tassi fermi, a giugno prossimo si vedrà 4
Inflazione Media Area Euro fino a Febbraio 2024

Il Consiglio si impegna a riportare l’inflazione al 2% nel medio termine. Ricordiamo che l’ultimo valore minore del 2% in Area Euro si è avuto a Giugno 2021 con 1,9%. Da allora è stato un salire vertiginoso fino al 10,6% di Ottobre 2022.

La BCE  ritiene che i tassi attuali siano adeguati per questo processo di disinflazione. Tuttavia, potrebbe ridurre la restrizione della politica monetaria se diventasse più certo che l’inflazione si stia stabilmente avvicinando all’obiettivo. Le decisioni future saranno guidate dai dati economici e non seguiranno un percorso predeterminato.

Periodi Inflazione
annua
Inflazione
mensile
Gennaio-2020 Gennaio-2021 0,9% 0,2%
Febbraio-2020 Febbraio-2021 0,9% 0,2%
Marzo-2020 Marzo-2021 1,3% 0,9%
Aprile-2020 Aprile-2021 1,6% 0,6%
Maggio-2020 Maggio-2021 2,0% 0,3%
Giugno-2020 Giugno-2021 1,9% 0,3%
Luglio-2020 Luglio-2021 2,2% -0,1%
Agosto-2020 Agosto-2021 3,0% 0,4%
Settembre-2020 Settembre-2021 3,4% 0,5%
Ottobre-2020 Ottobre-2021 4,1% 0,8%
Novembre-2020 Novembre-2021 4,9% 0,4%
Dicembre-2020 Dicembre-2021 5,0% 0,4%
Gennaio-2021 Gennaio-2022 5,1% 0,3%
Febbraio-2021 Febbraio-2022 5,9% 0,9%
Marzo-2021 Marzo-2022 7,4% 2,4%
Aprile-2021 Aprile-2022 7,4% 0,6%
Maggio-2021 Maggio-2022 8,1% 0,8%
Giugno-2021 Giugno-2022 8,6% 0,8%
Luglio-2021 Luglio-2022 8,9% 0,1%
Agosto-2021 Agosto-2022 9,1% 0,6%
Settembre-2021 Settembre-2022 9,9% 1,2%
Ottobre-2021 Ottobre-2022 10,6% 1,5%
Novembre-2021 Novembre-2022 10,1% -0,1%
Dicembre-2021 Dicembre-2022 9,2% -0,4%
Gennaio-2022 Gennaio-2023 8,6% -0,2%
Febbraio-2022 Febbraio-2023 8,5% 0,8%
Marzo-2022 Marzo-2023 6,9% 0,9%
Aprile-2022 Aprile-2023 7,0% 0,6%
Maggio-2022 Maggio-2023 6,1% 0,0%
Giugno-2022 Giugno-2023 5,5% 0,3%
Luglio-2022 Luglio-2023 5,3% -0,1%
Agosto-2022 Agosto-2023 5,2% 0,5%
Settembre-2022 Settembre-2023 4,3% 0,3%
Ottobre-2022 Ottobre-2023 2,9% 0,1%
Novembre-2022 Novembre-2023 2,4% -0,6%
Dicembre-2022 Dicembre-2023 2,9% 0,2%
Gennaio-2023 Gennaio-2024 2,8% -0,4%
Febbraio-2023 Febbraio-2024 2,6% 0,6%

I tassi di interesse rimangono stabili: il tasso sulle operazioni di rifinanziamento principali è al 4,50%, quello sulle operazioni di rifinanziamento marginale è al 4,75%, e il tasso sui depositi presso la banca centrale è al 4,00%.

Il portafoglio del Programma di Acquisto di Attività (PAA) si riduce gradualmente, mentre nel Programma di Acquisto per l’Emergenza Pandemica (PEPP) si prevede una riduzione di 7,5 miliardi di euro al mese nella seconda metà del 2024, con il termine dei reinvestimenti alla fine dell’anno.

Il Consiglio continuerà a reinvestire in modo flessibile il capitale rimborsato sui titoli del PEPP per contrastare i rischi derivanti dalla pandemia. Per quanto riguarda le operazioni di rifinanziamento, verranno regolarmente riesaminate in relazione al mandato della BCE.

Il Consiglio è pronto a utilizzare tutti gli strumenti a sua disposizione per garantire il ritorno dell’inflazione al 2% e preservare il corretto funzionamento del meccanismo di trasmissione della politica monetaria, incluso l’uso dello strumento di protezione del meccanismo di trasmissione della politica monetaria per affrontare dinamiche di mercato disordinate.

L’ultimo dato inflazione Area Euro

Il sito BCE

Scende l’inflazione in Area Euro a Marzo: stimata al 2,4%

Un dato, quello dell’inflazione a Marzo, che BCE aspettava con ansia

Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea, stima che l’inflazione annua dell’area euro dovrebbe attestarsi al 2,4% a marzo 2024.

In calo rispetto al 2,6% di febbraio scorso e l’aumento mensile in leggero aumento rispetto al dato del mese scorso:+0,8%. Lo scorso mese la variazione mensile era stata uguale a +0,6%.

Scende l'inflazione in Area Euro a Marzo: stimata al 2,4% 5
Tabella stima aumenti prodotti panel inflazione Area Euro Marzo 2024

Considerando le principali componenti dell’inflazione dell’area euro, si stima che i servizi registreranno il tasso annuo più elevato a marzo (4,0%, stabile rispetto a febbraio), seguiti da alimentari, alcol e tabacco (2,7%, rispetto al 3,9% di febbraio), i beni industriali non energetici (1,1%, contro 1,6% a febbraio) e l’energia (-1,8%, contro -3,7% a febbraio).

Dopo questo dato dell’inflazione, tanto atteso dalla BCE, si spera in un taglio dei tassi di interesse entro giugno prossimo.

Scende l'inflazione in Area Euro a Marzo: stimata al 2,4% 6
Tassi di interesse e inflazione area euro

Leggera risalita dell’inflazione a marzo 2024: +1,3%

A marzo, l’inflazione in Italia risale moderatamente all’1,3% dallo 0,8 per cento di febbraio scorso. Alterato l’aumento mensile che a marzo segna +0,1% confermando il dato di febbraio scorso. 

Inflazione Italia Con Dato Stima Marzo 2024
Inflazione Italia Gennaio 2022 – Marzo 2024 (Stima)

La lieve accelerazione risente dell’attenuarsi della flessione  dei prezzi dei beni energetici

La lieve accelerazione risente dell’attenuarsi della flessione  dei prezzi dei beni energetici (-10,8% da -17,3% di febbraio), sia per la componente regolamentata che non regolamentata. Un sostegno alla dinamica dell’inflazione si deve inoltre all’accelerazione dei prezzi dei servizi relativi al trasporto (+4,4% da +3,8%). Le notizie positive sono un rallentamento dei prezzi  dei prodotti alimentari non lavorati che anche a marzo rallentano (+2,6% da +4,4%). Frena anche la dinamica su base annua dei prezzi del “carrello della spesa” (+3,0%), mentre l’inflazione di fondo si attesta al +2,4% (in modesta ripresa da +2,3%).

Quanto potrebbe essere l’inflazione nel mese di aprile 2024?

Ipotizzando un aumento simile dello 0,1% da marzo ad aprile si potrebbe ipotizzare per aprile 2024, un’inflazione annua  uguale a 0,9%.

Per avere i dati storici dell’inflazione in Italia visita Elabora dati inflazione per: Italia(NIC, FOI e IPCA), Area Euro, USA

La serie storica dell’inflazione media in Italia

A febbraio l’inflazione resta costante allo 0,8%.

In Italia l’inflazione resta ferma. A febbraio 2024 registra  un aumento dello 0,1% su base mensile e di 0,8% su base annua (confermando la stima preliminare), come nel mese precedente.

A febbraio l’inflazione resta costante allo 0,8%. 7
Inflazione Italia Febbraio 2024

La stabilizzazione  dei prezzi al consumo si deve principalmente al venir meno delle tensioni sui prezzi dei Beni alimentari, non lavorati e lavorati, i cui effetti compensano l’indebolimento delle spinte deflazionistiche provenienti dal settore dei Beni energetici.

La stabilizzazione dell’inflazione sottende andamenti contrapposti di diversi aggregati di spesa: in rallentamento risultano i prezzi degli Alimentari non lavorati (da +7,5% a +4,4%) e lavorati (da +4,5% a +3,4%), degli Altri beni (da +1,7% a +1,2%), dei Servizi relativi ai trasporti (da +4,2% a +3,8%), dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +3,3% a +3,2%) e dei Servizi relativi all’abitazione (da +2,8% a +2,7%); per contro, si attenua la flessione dei prezzi degli Energetici non regolamentati (da -20,4% a -17,2%) e regolamentati (da -20,6% a -18,4%) e accelerano quelli dei Tabacchi (da +2,2% a +2,6%) e dei Servizi relativi alle comunicazioni (da +0,2% a +0,8%).

INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO NIC PER DIVISIONE DI SPESA
INDICI DEI PREZZI AL CONSUMO NIC PER DIVISIONE DI SPESA

Nel mese di febbraio l’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, decelera da +2,7% a +2,3% e quella al netto dei soli beni energetici da +3,0% a +2,6%.

La dinamica tendenziale dei prezzi dei beni accentua la sua discesa (da -0,7% a -0,9%), mentre quella dei servizi resta stabile (a +2,9%), portando il differenziale inflazionistico tra il comparto dei servizi e quello dei beni pari a +3,8 punti percentuali, dai +3,6 di gennaio.

I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona rallentano su base tendenziale da +5,1% a +3,4%, come quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto (da +3,5% di gennaio a +2,8%).

La variazione congiunturale dell’indice generale è la sintesi di dinamiche opposte di diverse sue componenti: da un lato, l’aumento dei prezzi di Tabacchi (+2,3%), dei Servizi relativi alle comunicazioni (+0,5%), dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona e dei Servizi relativi ai trasporti (entrambi a +0,4%); dall’altro, la diminuzione dei prezzi degli Energetici regolamentati (-2,2%), degli Alimentati non lavorati (-0,5%) e degli Energetici non regolamentati (-0,4%).

L’inflazione acquisita per il 2024 è pari a +0,5% per l’indice generale e a +1,0% per la componente di fondo.

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) registra una variazione congiunturale nulla e un aumento tendenziale di 0,8% (la stima preliminare era +0,9%), in lieve diminuzione da +0,9% di gennaio.

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, registra una variazione congiunturale nulla e un aumento su base annua di 0,7%.

Potrebbe interessarti 

La serie storica dell’inflazione in Italia

USA: inflazione in leggera salita a Febbraio 2024

Il tasso di inflazione negli Stati Uniti nel mese di febbraio è aumentato dello 0,4% rispetto al mese precedente e del 3,2% rispetto a Febbraio 2023, secondo quanto riportato oggi dal Bureau of Labor Statistics.Grafico Inflazione USA febbraio 2024

 INDICE DEI PREZZI AL CONSUMO USA: FEBBRAIO 2024 +3,2%

Questo aumento è stato influenzato principalmente dall’incremento dei costi per l’alloggio e il carburante.

Percent changes in CPI for All Urban Consumers (CPI-U): U.S. city average

Tendenze dei prezzi e principali fattori

L’indice per l’alloggio è aumentato a febbraio, così come quello per la benzina. Insieme, questi due indici hanno contribuito a oltre il sessanta percento dell’aumento mensile dell’indice per tutti gli articoli. Anche l’indice energetico è aumentato dello 2.3% durante il mese, con tutti i suoi componenti in crescita.

L’indice dei prezzi degli alimenti è rimasto invariato a febbraio, così come l’indice per gli alimenti acquistati per consumo domestico. L’indice per gli alimenti consumati fuori casa è aumentato dello 0.1% durante il mese.

L’indice per tutti gli articoli, esclusi alimenti ed energia, è aumentato dello 0.4% a febbraio, come già avvenuto a gennaio. Tra gli indici in aumento a febbraio figurano l’alloggio, le tariffe aeree, l’assicurazione per veicoli a motore, l’abbigliamento e il tempo libero. Tra gli indici in diminuzione durante il mese vi sono quelli relativi alla cura personale e agli arredi e alle operazioni domestiche.

L’indice per tutti gli articoli è aumentato del 3.2% nei dodici mesi fino a febbraio, un aumento maggiore rispetto al 3.1% registrato nei dodici mesi precedenti. L’indice per tutti gli articoli, esclusi alimenti ed energia, è aumentato del 3.8% negli ultimi dodici mesi. L’indice energetico è diminuito del 1.9% nei dodici mesi fino a febbraio, mentre l’indice alimentare è aumentato del 2.2% nell’ultimo anno.

Potrebbe interessarti

La lettura della serie storica  dell’inflazione media negli USA

Scarica la tabella con i dati e il grafico dei dati dell’inflazione USA

 
 
 
 
 

Area Euro stima inflazione Febbraio 2024: +2,6%

Inflazione in calo a Febbraio in Area euro: 2,6% a febbraio da 2,8% di gennaio

Area Euro stima inflazione Febbraio 2024: +2,6% 8
Inflazione area euro annua e mensile febbraio 2023 – febbraio 2024

La stima Eurostat (ufficio statistico dell’Unione europea), sull’inflazione annua dell’area euro per Febbraio 2024 dovrebbe attestarsi al 2,6%  in calo rispetto al 2,8% di gennaio . L’aumento mensile rispetto a gennaio scorso è stato stimato a +0,6%; era da aprile 2023 che non si vedeva un aumento mensile simile.

Periodo Inflazione(%)
Dato annuo
Inflazione(%)
Dato mensile
Febbraio 2024 (stima) 2,6% 0,6%
Gennaio 2024 2,8% -0,4%
Dicembre 2023 2,9% 0,2%
Novembre 2023 2,4% -0,6%
Ottobre 2023 2,9% 0,1%
Settembre 2023 4,3% 0,3%
Agosto 2023 5,2% 0,5%
Luglio 2023 5,3% -0,1%
Giugno 2023 5,5% 0,3%
Maggio 2023 6,1% 0%
Aprile 2023 7% 0,6%
Marzo 2023 6,9% 0,9%
Febbraio 2023 8,5% 0,8%

Considerando le principali componenti dell’inflazione dell’area euro, si prevede che alimentari, alcol e tabacco registreranno il tasso annuo più elevato a febbraio (4,0%, rispetto al 5,6% di gennaio), seguiti dai servizi (3,9%, rispetto al 4,0% di gennaio). ), beni industriali non energetici (1,6%, rispetto al 2,0% di gennaio) ed energia (-3,7%, rispetto al -6,1% di gennaio).

L’inflazione stimata nei 20 paesi dell’Area Euro per Febbraio 2024

La Lettonia ha il valore più basso con 0,7% poi c’è l’Italia con 0,9%  e Lituania con 1,1%

Area Euro stima inflazione Febbraio 2024: +2,6% 9

Euro area (EA11-1999, EA12-2001, EA13-2007,
EA15-2008, EA16-2009, EA17-2011, EA18-2014,
EA19-2015, EA20-2023)
2,6
Belgium 3,6
Germany 2,7
Estonia 4,4
Ireland 2,2
Greece 3,2
Spain 2,9
France 3,1
Croatia 4,8
Italy 0,9
Cyprus 2,2
Latvia 0,7
Lithuania 1,1
Luxembourg 3,2
Malta 3,1
Netherlands 2,7
Austria 4,2
Portugal 2,3
Slovenia 3,4
Slovakia 3,7
Finland 1,2

Fonte Dati: https://ec.europa.eu/eurostat/en/

Ultimo dato Area Euro

Serie storica inflazione media  Area Euro

Inflazione a Febbraio 2024 è stabile: 0,8% in un anno

Aumento mensile rispetto a gennaio 2024 è dello 0,1 per cento

Inflazione a Febbraio 2024 è stabile: 0,8% in un anno 10
Grafico inflazione Italia da Gennaio 2019 a Febbraio 2024

La stabilizzazione del ritmo di crescita dei prezzi al consumo si deve principalmente all’affievolirsi delle tensioni sui prezzi dei Beni alimentari, non lavorati e lavorati.

I beni energetici  attenuano la flessione su base tendenziale che a febbraio risale al -17,3% (dal -20,5% di gennaio).

Si riduce il tasso di crescita in ragione d’anno dei prezzi del “carrello della spesa” (+3,7%), mentre l’inflazione di fondo si attesta al +2,4% (da +2,7% del mese precedente).

 

La serie storica ufficiale delle stime Istat sull’inflazione

L’inflazione media in Italia

Calcolatore dell’inflazione

A gennaio lieve rimbalzo dell’inflazione in Italia:+0,8%

A gennaio l’inflazione evidenzia un lieve rimbalzo, sale a 0,8% da 0,6% di dicembre 2023

A gennaio lieve rimbalzo dell'inflazione in Italia:+0,8% 11

La moderata accelerazione del ritmo di crescita dei prezzi riflette l’andamento dei prezzi dei Beni energetici regolamentati, la cui flessione su base tendenziale risulta, a gennaio, attenuata a causa dell’effetto statistico dovuto allo sfavorevole confronto con gennaio 2023. Un contributo alla risalita dell’inflazione si deve inoltre al permanere di tensioni sui prezzi dei beni alimentari non lavorati, mentre il cosiddetto “carrello della spesa” continua a decelerare (+5,1%). Infine, l’inflazione di fondo si attesta a gennaio al +2,7% (da +3,1% del mese precedente).

Previsioni dell’inflazione in Italia  per il prossimo mese di Febbraio 2024

A Febbraio 2024 con un aumento mensile uguale a quello ottenuto nel mese di Gennaio 2024 uguale a 0,3%, il valore dell’inflazione potrebbe salire dallo 0,8% all’ 1%.

La tabella completa con la previsione annuale dell’inflazione e il tool per prevedere l’inflazione.

Tabella dati inflazione Italia da ottobre 2021 ad oggi

N Periodo Var.% mese Var% anno
1 Gennaio 2024 0,3% 0,8%
2 Dicembre 2023 0,2% 0,6%
3 Novembre 2023 -0,5% 0,7%
4 Ottobre 2023 -0,2% 1,7%
5 Settembre 2023 0,2% 5,3%
6 Agosto 2023 0,3% 5,4%
7 Luglio 2023 0% 5,9%
8 Giugno 2023 0% 6,4%
9 Maggio 2023 0,3% 7,6%
10 Aprile 2023 0,4% 8,2%
11 Marzo 2023 -0,4% 7,6%
12 Febbraio 2023 0,2% 9,1%
13 Gennaio 2023 0,1% 10%
14 Dicembre 2022 0,3% 11,6%
15 Novembre 2022 0,5% 11,8%
16 Settembre 2022 8,9% 0,3%
17 Agosto 2022 0,8% 8,4%
18 Luglio 2022 0,4% 7,9%
19 Giugno 2022 1,2% 8%
20 Maggio 2022 0,8% 6,8%
21 Maggio 2022 0,8% 6,8%
22 Aprile 2022 -0,1% 6%
23 Marzo 2022 1% 6,5%
24 Febbraio 2022 0,9% 5,7%
25 Gennaio 2022 1,6% 4,8%
26 Dicembre 2021 0,4% 3,9%
27 Novembre 2021 0,6% 3,7%
28 Ottobre 2021 0,7% 3%

 

La serie storica dell’inflazione in Italia

Inflazione Area Euro in leggera discesa a Gennaio 2024: +2,8%

A gennaio 2024 inflazione a  2,8% rispetto al 2,9 per cento di dicembre scorso

Inflazione Area Euro in leggera discesa a Gennaio 2024: +2,8% 12

La variazione mensile dell’inflazione in Area Euro fa registrare, rispetto a dicembre 2023, una forte diminuzione: -0,4 per cento.

Considerando le principali componenti dell’inflazione dell’area euro, si stima che alimentari, alcol e tabacco registreranno il tasso annuo più elevato a gennaio (5,7%, rispetto al 6,1% di dicembre).

Stabili i servizi (4,0%, stabile rispetto a dicembre), in discesa i beni industriali non energetici (2,0%, contro 2,5% a dicembre) e leggera salita dell’energia (-6,3%, contro -6,7% a dicembre).Inflazione Area Euro in leggera discesa a Gennaio 2024: +2,8% 13

I dati dell’inflazione in Area Euro da Gennaio 2023 a Gennaio 2024

Periodo
Inflazione(%) Inflazione(%)
Dato annuo Dato mensile
gen-23 8,60% -0,20%
feb-23 8,50% 0,80%
mar-23 6,90% 0,90%
apr-23 7% 0,60%
mag-23 6,10% 0%
giu-23 5,50% 0,30%
lug-23 5,30% -0,10%
ago-23 5,20% 0,50%
set-23 4,30% 0,30%
ott-23 2,90% 0,10%
nov-23 2,40% -0,60%
dic-23 2,90% 0,20%
gen-24 2,80% -0,40%

Leggi e scarica i dati dell’inflazione in Area Euro

Consulta i dati ufficiali Eurostat