Ancora in discesa l’inflazione in Italia. Ottobre 2019 +0,2% rispetto a Ottobre 2018.

L’inflazione annua Italiana  ancora in discesa, 0,2 percento la variazione rispetto a ottobre 2018. Il valore più basso registrato da  dicembre 2016.

Nella tabella sotto i dato da Novembre 2016 a ottobre 2019.

Serie storica variazione annua
Inflazione in ITALIA Novembre 2016 – Ottobre 2019

Valore minimo 0,1 massimo 1,9

 
 


Novembre-2015 Novembre-2016 0,1%
Dicembre-2015 Dicembre-2016 0,5%
Gennaio-2016 Gennaio-2017 1,0%
Febbraio-2016 Febbraio-2017 1,6%
Marzo-2016 Marzo-2017 1,4%
Aprile-2016 Aprile-2017 1,9%
Maggio-2016 Maggio-2017 1,4%
Giugno-2016 Giugno-2017 1,2%
Luglio-2016 Luglio-2017 1,1%
Agosto-2016 Agosto-2017 1,2%
Settembre-2016 Settembre-2017 1,1%
Ottobre-2016 Ottobre-2017 1,0%
Novembre-2016 Novembre-2017 0,9%
Dicembre-2016 Dicembre-2017 0,9%
Gennaio-2017 Gennaio-2018 0,9%
Febbraio-2017 Febbraio-2018 0,5%
Marzo-2017 Marzo-2018 0,8%
Aprile-2017 Aprile-2018 0,5%
Maggio-2017 Maggio-2018 1,0%
Giugno-2017 Giugno-2018 1,3%
Luglio-2017 Luglio-2018 1,5%
Agosto-2017 Agosto-2018 1,6%
Settembre-2017 Settembre-2018 1,4%
Ottobre-2017 Ottobre-2018 1,6%
Novembre-2017 Novembre-2018 1,6%
Dicembre-2017 Dicembre-2018 1,1%
Gennaio-2018 Gennaio-2019 0,9%
Febbraio-2018 Febbraio-2019 1,0%
Marzo-2018 Marzo-2019 1,0%
Aprile-2018 Aprile-2019 1,1%
Maggio-2018 Maggio-2019 0,8%
Giugno-2018 Giugno-2019 0,7%
Luglio-2018 Luglio-2019 0,4%
Agosto-2018 Agosto-2019 0,4%
Settembre-2018 Settembre-2019 0,3%
Ottobre-2018 Ottobre-2019 0,2%

Stima inflazione ottobre 2019: 0,3 per cento in un anno

L’inflazione in Italia non registra aumenti su base mensile (pari a zero!) mentre registra un aumento pari allo 0,3 per cento in un anno.

Sotto  la tabella con il dato provvisorio:

Mesi Indici anno
2018
Indici anno
2019
Var%
annua
Var%
mensile
Var% media
parziale
Gennaio 2019 101,5 102,4 0,9% 0,1% 0,9%
Febbraio 2019 101,5 102,5 1,0% 0,1% 0,9%
Marzo 2019 101,8 102,8 1,0% 0,3% 1%
Aprile 2019 101,9 103 1,1% 0,2% 1%
Maggio 2019 102,2 103 0,8% 0% 0,9%
Giugno 2019 102,4 103,1 0,7% 0,1% 0,9%
Luglio 2019 102,7 103,1 0,4% 0% 0,8%
Agosto 2019 103,1 103,5 0,4% 0,4% 0,8%
Settembre 2019 102,6 102,9 0,3% -0,6% 0,7%
Ottobre 2019 102,6 (*)102,9 0,3% 0% 0,7%

L’ISTAT precisa che:

La stabilità dell’inflazione su livelli contenuti è la sintesi di andamenti opposti tra i quali spiccano da un lato l’ampliarsi della flessione dei prezzi dei Beni energetici regolamentati (da -5,3% a -8,2%) e dall’altro l’accelerazione dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da +0,4% a +1,9%).

Se il dato dell’inflazione (NIC con tabacchi) dovesse essere confermato anche per il FOI (indice per rivalutare assegno e affitti) quindi con una variazione nulla su base mensile l’aumento annuale risulterebbe uguale a 0,1%

TABELLA FOI

Mesi Var%
annua
Var%
mensile
Gennaio 2019 0,7% 0,1%
Febbraio 2019 0,8% 0,1%
Marzo 2019 0,8% 0,2%
Aprile 2019 0,9% 0,1%
Maggio 2019 0,7% 0,1%
Giugno 2019 0,5% 0%
Luglio 2019 0,2% 0%
Agosto 2019 0,3% 0,5%
Settembre 2019 0,1% -0,7%
Ottobre 2019 0,1% 0%

 

Per approfondire i calcoli usa la nostra utility Previsione inflazione media annuale e mensile per i prossimi mesi

Per approfondire sulla previsione dell’indice FOI

Il comunicato ISTAT ufficiale

Inflazione in Italia in caduta libera! -0,6% rispetto allo scorso mese

Nel mese di settembre 2019 l’inflazione segna una diminuzione dello 0,6% su base mensile e un aumento dello 0,3% su base annua (in lieve rallentamento da +0,4% di agosto); la stima preliminare era +0,4%.

 

 La lieve decelerazione dell’inflazione, specifica l’ISTAT  è dovuta principalmente all’ampliarsi della flessione dei prezzi dei Beni energetici non regolamentati (da -1,0% a -2,6%) e al rallentamento della crescita di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (da +1,7% a +0,4%) e in misura minore dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati (da +1,5% a +1,1%); accelerano, invece, i prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,0% a +1,4%) e registrano un calo meno marcato quelli dei Beni durevoli (da -1,2% a -0,8%).

Tabella con le ultime variazioni mensili dell’inflazione

Periodo Var%
Ago-2019 Set-2019 -0,6
Lug-2019 Ago-2019 0,4
Giu-2019 Lug-2019 0,0
Mag-2019 Giu-2019 0,1
Apr-2019 Mag-2019 0,0
Mar-2019 Apr-2019 0,2
Feb-2019 Mar-2019 0,3
Gen-2019 Feb-2019 0,1
Dic-2018 Gen-2019 0,1

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dell’1,4% su base mensile, a causa della fine dei saldi estivi di cui il NIC non tiene conto, e dello 0,2% su base annua (da +0,5% del mese precedente); la stima preliminare era +0,3%.

L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare l’assegno di mantenimento registra una diminuzione dello 0,7% su base mensile e un aumento dello 0,1% rispetto a settembre 2018.

US inflazione a settembre 2019 a +0,1 rispetto ad agosto e + 1,7% rispetto a settembre 2018

L’inflazione negli USA è stabile a 1,7 per cento

l’US Bureau of Labor Statistics ha comunicato il dato dell’inflazione di settembre 2019.

Negli ultimi 12 mesi, l’indice di tutti gli articoli è aumentato dell’1,7 per cento prima dell’aggiustamento stagionale e dello 0,1 rispetto ad agosto 2019

Gli aumenti degli alimenti sono stati compensati da cali nei prezzi degli energetici.
L’indice della benzina è diminuito del 2,4 per cento. L’indice alimentare è aumentato dello 0,1 percento in Settembre dopo essere rimasto invariato in ciascuno dei 3 mesi precedenti.

L’indice per tutti gli articoli in meno di cibo ed energia è aumentato dello 0,1 per cento a settembre dopo aver aumentato lo 0,3 per cento in ciascuno degli ultimi 3 mesi.

 

Inflazione US da settembre 2018 a settembre 2019
Inflazione US da settembre 2018 a settembre 2019

Tutte le statistiche e i grafici sull’inflazione Americana

Potrebbe tornare utile anche la lettura dell’inflazione Internazionale

Calcolare 1RM, il massimo carico che è possibile sollevare una sola volta

Calcolare la quantità massima che è possibile sollevare una sola volta ( 1RM in letteratura scientifica nota come “one repetition maximum”) in un esercizio di pesistica come stacco da terra(deadlift), squat e  panca. Il calcolatore fornisce stime utilizzando formule  pubblicate in letteratura scientifica e indicate di seguito. Si precisa che la stima di 1RM può essere considerata attendibile se il valore delle ripetizioni massime effettuate non supera le 10 ripetizioni.

Calcola il valore di 1RM (1 ripetizione massimale) 

Stima inflazione settembre 2019: -0,5% rispetto ad agosto 2019

Nel mese di settembre 2019 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, registra una diminuzione dello 0,5% su base mensile e un aumento dello 0,4% su base annua (stabile rispetto al mese precedente).

Sotto la tabella con le ultime 13 rilevazioni sull’inflazione

Periodo Var%
Agosto-2017 Agosto-2018 1.6
Settembre-2017 Settembre-2018 1.4
Ottobre-2017 Ottobre-2018 1.6
Novembre-2017 Novembre-2018 1.6
Dicembre-2017 Dicembre-2018 1.1
Gennaio-2018 Gennaio-2019 0.9
Febbraio-2018 Febbraio-2019 1
Marzo-2018 Marzo-2019 1
Aprile-2018 Aprile-2019 1.1
Maggio-2018 Maggio-2019 0.8
Giugno-2018 Giugno-2019 0.7
Luglio-2018 Luglio-2019 0.4
Agosto-2018 Agosto-2019 0.4

Negli ultimi 6 anni la variazione mensile da Agosto a Settembre ha registrato sempre valori negativi; la tabella sotto riporta i dati.

Variazione mensile da agosto a settembre dal 2013 al 2018

Ago-2013 Set-2013 -0,3
Ago-2014 Set-2014 -0,4
Ago-2015 Set-2015 -0,4
Ago-2016 Set-2016 -0,2
Ago-2017 Set-2017 -0,3
Ago-2018 Set-2018 -0,5
Ago-2019 Set-2019 -0,5 STIMA

 

L’“inflazione di fondo”, al netto degli energetici e degli alimentari freschi, accelera da +0,5% a +0,6% e quella al netto dei soli beni energetici rimane stabile a +0,6%.

L’inflazione per i beni e per i servizi registra lo stesso dato di agosto (rispettivamente con una variazione tendenziale pari a zero e +0,8%); il differenziale inflazionistico rimane positivo e pari a +0,8 punti percentuali.

L’inflazione acquisita per il 2019 è +0,7% per l’indice generale e +0,6% per la componente di fondo.

I prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona aumentano dello 0,8% e quelli dei prodotti ad alta frequenza d’acquisto dello 0,6% (tutti e due da +0,7% del mese precedente), registrando in entrambi i casi una crescita più sostenuta di quella riferita all’intero paniere.

Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) aumenta dell’1,5% su base mensile, a causa della fine dei saldi estivi di cui il NIC non tiene conto, e dello 0,3% su base annua (da +0,5% rispetto ad agosto).

Potrebbe interessarti: L’inflazione in Italia

Inflazione ad agosto 2019 +0,4%. Viene confermato il dato di Luglio

Inflazione congiunturale(mensile) e tendenziale (annua) ad agosto 2019, registra  un aumento dello 0,4% (confermando il dato di luglio); la stima preliminare era +0,5%. La stima dell’ISTAT era stat 0,5%

Grafico Inflazione Gennaio 2019-Agosto 2019
Grafico Inflazione Gennaio 2019-Agosto 2019

L’ISTAT precisa che:

“la stabilità dell’inflazione è il risultato di un quadro con pochi scostamenti rispetto al mese di luglio; da segnalare solamente la lieve accelerazione dei prezzi dei Beni non durevoli (da +0,2% a +0,6%)”.

L’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) ha una variazione nulla su base mensile e dello 0,5%
in termini tendenziali (in accelerazione da +0,3% registrato nel mese precedente), confermando la stima
preliminare.
L’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi,
registra un aumento dello 0,5% su base mensile e dello 0,3% rispetto ad agosto 2018.

Cosa significa LOL?

Quando ricevevo un messaggio simpatico dalle mie figlie era concluso con LOL.

Per paura di fare una brutta figura ho subito Googlato LOL ed ecco qui la risposta:

La sigla LOL può significare “Laughing Out Loud (o Limits)” che significa “ridendo forte” o “ridendo a crepapelle” oppure “Lots of Laughs” che significa “tante risate” in entrambi i casi, il significato è quello di ridere.

La risposta con tutti i suoi chiarimenti e altre possibili varianti le trovate su TEAMWORLD

Ora ogni volta che dovete concludere un messaggio simpatico scrivete LOL.

LOL

 

Stima inflazione Agosto 2019 +0,5 mensile

Continua la stagnazione in Italia

Secondo le stime preliminari dell’ISTAT, nel mese di agosto 2019 l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività  al lordo dei tabacchi, registra un aumento mensile dello 0,5% e dello 0,5% su base annua in leggero aumento rispetto a luglio 2019.

Le ultime 13 rilevazioni sull’inflazione

Periodo Var%
Luglio-2017 Luglio-2018 1.5
Agosto-2017 Agosto-2018 1.6
Settembre-2017 Settembre-2018 1.4
Ottobre-2017 Ottobre-2018 1.6
Novembre-2017 Novembre-2018 1.6
Dicembre-2017 Dicembre-2018 1.1
Gennaio-2018 Gennaio-2019 0.9
Febbraio-2018 Febbraio-2019 1
Marzo-2018 Marzo-2019 1
Aprile-2018 Aprile-2019 1.1
Maggio-2018 Maggio-2019 0.8
Giugno-2018 Giugno-2019 0.7
Luglio-2018 Luglio-2019 0.4

L’andamento dell’inflazione è il risultato di un quadro con pochi scostamenti rispetto al mese di luglio.

Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) ha una variazione nulla su base mensile e dello 0,5% su base annua (in accelerazione da +0,3% registrato nel mese precedente).

Panoramica sull’inflazione in ITALIA

VAM – La Velocità Ascensionale Media nel ciclismo

VAM – Velocità Ascensionale Media

Il termine,  è stato coniato dal fisiologo italiano e allenatore di ciclismo Michele Ferrari.  È la velocità espressa metri all’ora (m/h) per coprire il dislivello.

Aver pedalato  per 30 minuti su una salita con una VAM di 1000 (m/h) significherebbe aver coperto in 30 minuti un dislivello di 500m

Come si calcola la VAM?

Per calcolarla abbiamo necessità di conoscere:

  • L’altezza in m (rispetto al livello del mare) del punto di partenza (AP)
  • L’altezza in m (rispetto al livello del mare) del punto di arrivo (AA)
  • Il tempo impiegato in minuti per coprire la salita (T)

Per prima cosa calcoliamo il dislivello (DISL):

DISL=AA-AP

Poi procediamo al calcolo della Velocità Ascensionale media

VAM = (DISL X 60) / T

In pratica

Se in una salita che parte da un’altezza di 500m e termina ad un’altezza di 1500m impiego 75 minuti quale sarà la VAM che avrò ottenuto?

Ecco i calcoli

la VAM sarà:

AP=500

AA=1500

DISL = 1000

VAM = (1000 x 60)/75=800 m

Per calcolare online la VAM puoi utilizzare la nostra utility avanzata.


Nel  ciclismo la VAM è spesso utile per effettuare confronti prestazionali  tra ciclisti.

È noto dalle statistiche che i ciclisti professionisti (scalatori) si aggirano nelle salite con pendenze intorno al 7% a VAM con valori tra 1600 e 1800 m l’ora per un tempo nella maggior parte dei casi tra 40 e 50 minuti.

Un amatore di altissimo  livello può tenere anche una VAM intorno a 1400 metri l’ora ma questi sono casi rarissimi.

Sotto una screen shot presa dal segmento  della salita dello STELVIO da Bormio su STRAVA. Si noti il valore della VAM del detentore del KOM uguale a 1363,3.

I dati della salita dello STELVIO da Bormio sono:

  • Lunghezza 20,46 km
  • Altitudine minima 1.249m
  • Altitudine massima  2.700 m
  • Dislivello 1.451m
  • TEMPO impiegato dal detentore 1h3m52ss (in minuti circa 64)

Quale sarà la VAM avuta dal ciclista?

VAM = (1451*60)/64 = 1360

 

 

Consigliamo di consultare anche altre risorse online utili per approfondire:

Su BIKEITALIA.it Calcolare la VAM (Velocità ascensionale media

Su pianeta Ciclismo La VAM