Inflazione Luglio 2021-Dati provvisori

A  luglio 2021 la stima ISTAT dell’inflazione in Italia registra un aumento dello 0,3% su base mensile e dell’1,8% su base annua (da +1,3% del mese precedente).

 

L’aumento dei prezzi  si deve prevalentemente a quella dei prezzi dei Beni energetici che passano da +14,1% di giugno a +16,9% e in particolare a quelli della componente regolamentata che registrano a luglio un’impennata della crescita da +16,9% a +29,0%, mentre i prezzi della componente non regolamentata rallentano da +12,8% a +11,2%.

Contribuiscono all’aumento anche se in misura minore, i prezzi degli Alimentari lavorati (che invertono la tendenza da -0,4% a +0,4%), quelli degli Alimentari non lavorati (che riducono la flessione da -1,1% a -0,2%), la lieve accelerazione dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +1,0% a +1,3%) e la minore flessione di quelli dei Servizi relativi ai
trasporti (da -1,4% a -0,2%).

Secondo le stime preliminari, l’indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) registra una diminuzione dell’1,1% su base mensile, a causa dei saldi estivi di cui il NIC non tiene conto, e un aumento dello 0,9% su base annua (da +1,3% di giugno).  Qui sotto il grafico IPCA.

 

L’Inflazione corrente in Italia

Il comunicato ISTAT

Compensi Avvocato: normativa di riferimento e calcolo

Normativa di riferimento per il calcolo dei compensi dell’Avvocato

Prima di addentraci sul calcolo del compenso dell’Avvocato è necessario conoscere la normativa di riferimento.

L’attività professionale svolta dall’Avvocato è normata da:

  • art. 2233 c.c.  Compenso
  • legge n. 247/2012 Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense. (13G00018) (GU Serie Generale n.15 del 18-01-2013 – Entrata in vigore del provvedimento: 02/02/2013)
    • art. 9 della legge n. 27/2012 (legge di conversione del D.L. n. 1/2012)
    • art. 13 della legge professionale n. 247/2012 
    • art. 13 bis della stessa legge professionale n. 247/2012 (introdotto dalla legge n. 205/2017).
    • Decreti ministeriali previsti dal comma 6 dell’art. 13 della legge professionale n. 247/2012
  • ECRETO 10 marzo 2014, n. 55 (in G.U. 02/04/2014, n.77)
    Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n. 247. (14G00067)
  • DECRETO 10 novembre 2014, n. 170 (in G.U. 24/11/2014, n.273)
    Regolamento sulle modalità di elezione dei componenti dei consigli degli ordini circondariali forensi, a norma dell’articolo 28 della legge 31 dicembre 2012, n. 247. (14G00185)

  • DECRETO 8 marzo 2018, n. 37 (in G.U. 26/04/2018, n.96)
    Regolamento recante modifiche al decreto 10 marzo 2014, n. 55, concernente la determinazione dei parametri per la liquidazione dei compensi per la professione forense, ai sensi dell’articolo 13, comma 6, della legge 31 dicembre 2012, n. 247. (18G00062)

Utility online per determinare il compenso dell’Avvocato

Su professionegiustizia.it una utilissima utility gratuita per il calcolo del compenso. La procedura molto lineare permette di selezionare (rispetto al DM 55/2014) il tipo di Tabella in base al procedimento o al tipo di causa  e successivamente lo scaglione di valore della controversia. Successivamente all’utente si aprirà un form dove introdurre i dati utili per il calcolo.


Il sito avvocatoandreani.it offre una buona utility per Calcolo Fattura per Avvocati e Studi Legali


Calcolo Compensi Mediazione

Su www.101mediatori.it è disponibile un  simulatore per il calcolo dei compensi professionali per avvocati e studi legali che assistono il cliente nella Mediazione civile, basato sui parametri ministeriali 2014, disciplinati dal DM 55/2014 .


Schemi di scrittura privata per il conferimento di incarico professionale 

Considerato che il compenso spettante al professionista è pattuito di regola per iscritto all’atto del conferimento dell’incarico professionale  il CNF (Consiglio Nazionale Forense) ha messo  a disposizione una serie di modelli di scrittura privata utili per il conferimento di incarico. 

I modelli sono:

riferimenti normativi Legge 31 dicembre 2012, n. 247 - Art. 13.Conferimento dell'incarico e compenso

Letture utili online sullo stesso argomento

Parcella avvocato: tutte le voci da inserire nella fattura

Posso calcolare la parcella del mio avvocato?

Come si calcolano i compensi professionali?

 

Inflazione a giugno 2021 stabile a 1,3%

L’inflazione a Giugno 2021 si arresta al 1,3% 

L’inflazione per il periodo Giugno 2021 è uguale a 0,1% come variazione mensile e 1,3% come variazione annuale. Valore identico a maggio scorso. La stima dell’inflazione per Giugno 2021 era stata 0,1% e 1,3% come variazione mensile e annuale.

L’inflazione continua a essere dovuta soprattutto alla crescita sostenuta dei prezzi dei Beni energetici (che accelerano lievemente da +13,8% di maggio a +14,1%) sia della componente regolamentata (da +16,8% a +16,9%) sia di quella non regolamentata (da +12,6% a +12,8%). Sono poi da segnalare, da un lato, la ripresa della crescita dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da una variazione tendenziale nulla a +1,0%) e l’attenuarsi della flessione di quelli degli Alimentari lavorati (da -1,1% a -0,4%), e dall’altro i cali più marcati dei prezzi degli Alimentari non lavorati (da -0,4% a -1,1%) e di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (da -0,2% a -1,4%).

 

Tabella ultimi dati inflazione

Periodo Inflazione
annua
Giugno 2021 1,3%
Maggio 2021 1,3%
Aprile 2021 1,1%
Marzo 2021 0,8%
Febbraio 2021 0,6%
Gennaio 2021 0,4%
Dicembre 2020 -0,2%
Novembre 2020 -0,2%
Ottobre 2020 -0,3%
Settembre 2020 -0,6%
Agosto 2020 -0,5%
Luglio 2020 -0,4%
Giugno 2020 -0,2%
Inflazione Media 0,2%

L’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare canone, assegni familiari e assegno di mantenimento al coniuge, registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a 0,2% e 1,4% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale

 


Comunicato Istat per Giugno 2021 del 15/0/2021

Inflazione US a giugno 2021 è 5,4% rispetto a Giugno 2020.

L’inflazione americana continua la sua salita. Una salita che parte da  gennaio 2021 quando l’inflazione americana segnava  un valore annuo di 0,1% e raggiungendo il suo massimo di 5,4% a giugno 2021.

Per trovare un valore maggiore si deve andare indietro fino a luglio 2008 quando il dato toccò 5,6%.

Di seguito il grafico con i dati dal 2005.

Stima ISTAT inflazione Italia a giugno 2021

La stima dell’inflazione per Giugno 2021 uguale a 1,3%

L’inflazione stimata dall’ISTAT  per Giugno 2021  è uguale a 0,1% come variazione mensile e 1,3% come variazione annuale.

La stima dell’inflazione per il periodo precedente (Maggio 2021) fu 0% come variazione mensile e 1,3% come variazione annuale.

Il dato ufficiale dell’inflazione annua a maggio scorso è stato uguale a 1,3% valore annuo e 0% mensile.

Tabella ultime stime Istat e valori ufficiali dell’inflazione

Nella tabella seguente sono riportate nelle prime due colonne i valori delle stime Istat del dato dell’inflazione per il periodo indicato e nelle successive i valori definitivi per lo stesso periodo

Periodo Var%
Stima Inf. mese
Var%
Stima Inf. anno
Inflazione mese Inflazione anno
Gennaio 2021 0,5% 0,2% 0,7% 0,4%
Febbraio 2021 0,1% 0,6% 0,1% 0,6%
Marzo 2021 0,3% 0,8% 0,3% 0,8%
Marzo 2021 0,3% 0,8% 0,3% 0,8%
Aprile 2021 0,4% 1,1% 0,4% 1,1%
Maggio 2021 0% 1,3% 0% 1,3%
Giugno 2021 0,1% 1,3% ND ND
Gennaio 2020 0,2% 0,6% 0,1% 0,5%
Febbraio 2020 0% 0,4% -0,1% 0,3%
Marzo 2020 0,1% 0,1% 0,1% 0,1%
Aprile 2020 0,1% 0% 0,1% 0%
Maggio 2020 -0,1% -0,1% -0,2% -0,2%
Giugno 2020 0,1% -0,2% 0,1% -0,2%
Luglio 2020 -0,1% -0,3% -0,2% -0,4%
Agosto 2020 0,3% -0,5% 0,3% -0,5%
Settembre 2020 -0,6% -0,5% -0,7% -0,6%
Ottobre 2020 0,2% -0,3% 0,2% -0,3%
Novembre 2020 -0,1% -0,2% -0,1% -0,2%
Dicembre 2020 0,3% -0,1% 0,2% -0,2%

L’inflazione continua a essere influenzata soprattutto dalla crescita sostenuta dei prezzi dei Beni energetici (che accelerano lievemente da +13,8% di maggio a +14,1%) sia della componente regolamentata (da +16,8% a +16,9%) sia di quella non regolamentata (da +12,6% a +12,8%). Sono poi da segnalare da un lato la ripresa della crescita dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,9% da una variazione tendenziale nulla) e l’azzerarsi della flessione di quelli degli Alimentari lavorati (da -1,1%), e dall’altro i cali più marcati dei prezzi degli Alimentari non lavorati (da -0,4% a -1,0%) e di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (da -0,2% a -1,4%).

 

Tabella ultimi dati inflazione

Periodo Inflazione
annua
Giugno 2021
Maggio 2021 1,3%
Aprile 2021 1,1%
Marzo 2021 0,8%
Febbraio 2021 0,6%
Gennaio 2021 0,4%
Dicembre 2020 -0,2%
Novembre 2020 -0,2%
Ottobre 2020 -0,3%
Settembre 2020 -0,6%
Agosto 2020 -0,5%
Luglio 2020 -0,4%
Giugno 2020 -0,2%
Inflazione Media 0,1%

L’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare canone, assegni familiari e assegno di mantenimento al coniuge, registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a -0,1% e 1,3% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale

 


Comunicato Istat per Giugno 2021 del 30/06/2021

 

Inflazione in Italia a maggio 2021 ancora su:+1,3%

L’inflazione annua attuale relativa al periodo Maggio 2020 – Maggio 2021 è uguale a 1,3%

L’inflazione annua del precedente periodo da Aprile 2021 a Aprile 2020 era stata del 1,1%

L’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare canone, assegni familiari e assegno di mantenimento al coniuge, registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a -0,1% e 1,3% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale

Ultimo indice ISTAT dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC con tabacchi), registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a 0% e 1,3% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale

 

Stima inflazione mese di maggio 2021 +1,3%.

La stima dell’inflazione per Maggio 2021 uguale a 1,3%

La stima dell’inflazione per Maggio 2021 comunicata dall’Istat il 31/5/2021 è uguale a 0% come variazione mensile e 1,3% come variazione annuale.

La stima dell’inflazione per il periodo precedente (Aprile 2021) fu 0,4% come variazione mensile e 1,1% come variazione annuale.

Il dato ufficiale dell’inflazione annua ad aprile 2021 è stato uguale a 1,1% e 0,4% quello mensile.

Tabella ultime stime Istat e valori ufficiali dell’inflazione

Nella tabella seguente sono riportate nelle prime due colonne i valori delle stime Istat del dato dell’inflazione per il periodo indicato e nelle successive i valori definitivi per lo stesso periodo

Periodo Var%
Stima Inf. mese
Var%
Stima Inf. anno
Inflazione mese Inflazione anno
Gennaio 2021 0,5% 0,2% 0,7% 0,4%
Febbraio 2021 0,1% 0,6% 0,1% 0,6%
Marzo 2021 0,3% 0,8% 0,3% 0,8%
Marzo 2021 0,3% 0,8% 0,3% 0,8%
Aprile 2021 0,4% 1,1% 0,4% 1,1%
Maggio 2021 0% 1,3% ND ND
Gennaio 2020 0,2% 0,6% 0,1% 0,5%
Febbraio 2020 0% 0,4% -0,1% 0,3%
Marzo 2020 0,1% 0,1% 0,1% 0,1%
Aprile 2020 0,1% 0% 0,1% 0%
Maggio 2020 -0,1% -0,1% -0,2% -0,2%
Giugno 2020 0,1% -0,2% 0,1% -0,2%
Luglio 2020 -0,1% -0,3% -0,2% -0,4%
Agosto 2020 0,3% -0,5% 0,3% -0,5%
Settembre 2020 -0,6% -0,5% -0,7% -0,6%
Ottobre 2020 0,2% -0,3% 0,2% -0,3%
Novembre 2020 -0,1% -0,2% -0,1% -0,2%
Dicembre 2020 0,3% -0,1% 0,2% -0,2%

L’accelerazione dell’inflazione si deve principalmente ai prezzi dei beni energetici, la cui crescita sale da +9,8% di aprile a +13,8% a causa dei prezzi della componente non regolamentata (che accelerano da +6,6% a +12,6%) mentre quelli della componente regolamentata continuano a registrare un forte incremento ma stabile (+16,8% come ad aprile). Tale dinamica è compensata in misura limitata dall’inversione di tendenza dei prezzi dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (da +0,7% a -0,1%).

 

Tabella ultimi dati inflazione

Periodo Inflazione
annua
Maggio 2021 1,3% (STIMA)
Aprile 2021 1,1%
Marzo 2021 0,8%
Febbraio 2021 0,6%
Gennaio 2021 0,4%
Dicembre 2020 -0,2%
Novembre 2020 -0,2%
Ottobre 2020 -0,3%
Settembre 2020 -0,6%
Agosto 2020 -0,5%
Luglio 2020 -0,4%
Giugno 2020 -0,2%
Maggio 2020 -0,2%
Inflazione Media 0,0%

L’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare canone, assegni familiari e assegno di mantenimento al coniuge, registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a 0,4% e 1,2% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale

 


Comunicato Istat per Maggio 2021 del 31/5/2021

 

Inflazione aprile 2021 ancora in salita:+1,1% in un anno

Inflazione Aprile 2021 uguale a 1,1%

L’inflazione per il periodo Aprile 2021 è uguale a 0,4% come variazione mensile e 1,1% come variazione annuale.

La stima dell’inflazione per Aprile 2021 era stata 0,4% e 1,1% come variazione mensile e annuale.

Partendo dall’ultimo dato più recente in archivio (vedi tabella) un valore annuale maggiore di 1,1 è stato registrato nel periodo Nov-2017 Nov-2018 e il suo valore fu 1,6%.

Mentre, partendo sempre dall’ultimo dato più recente in archivio il primo valore uguale a 1,1 è stato registrato nel periodo Apr-2018 Apr-2019.

Per un valore minore di 1,1%, bisogna tornare al mese precedente Mar-2020 Mar-2021 con 0,8%.

L’Istat precisa nel comunicato che l’accelerazione tendenziale dell’inflazione si deve essenzialmente ai prezzi dei Beni energetici, la cui crescita passa da +0,4% di marzo a +9,8% a causa sia dei prezzi della componente regolamentata (che invertono la tendenza da -2,2% a +16,8%) sia di quelli della componente non regolamentata (che accelerano da +1,7% a +6,6%); tale dinamica è solo in parte compensata dall’inversione di tendenza dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati (da +1,0% a -0,3%) e di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,2% a -0,7%).

 

Tabella ultimi dati inflazione

Periodo Inflazione
annua
Aprile 2021 1,1%
Marzo 2021 0,8%
Febbraio 2021 0,6%
Gennaio 2021 0,4%
Dicembre 2020 -0,2%
Novembre 2020 -0,2%
Ottobre 2020 -0,3%
Settembre 2020 -0,6%
Agosto 2020 -0,5%
Luglio 2020 -0,4%
Giugno 2020 -0,2%
Maggio 2020 -0,2%
Aprile 2020 0,0%
Inflazione Media 0,0%

L’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare canone, assegni familiari e assegno di mantenimento al coniuge, registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a 0,4% e 1,2% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale

 


Comunicato Istat per Aprile 2021 del 17/5/2021

 

Impennata dell’inflazione US che schizza al 4,2%

L’inflazione Americana fa registrare un aumento annuo uguale al 4,2%

Quello registrato ad aprile 2021 è il valore più alto dal settembre 2008 quando l’inflazione era al 4,9%. Da quel momento fino a luglio 2009 ci fu una discesa  fino a -2,1 per cento.

L’aumento mensile rispetto a marzo 2021 è stato uguale a 0,8%.

 

Come mai questa brusca salita dell’inflazione negli US?

L’indice delle auto e dei camion usati è aumentato del 10,0% ad aprile. Quello di aprile  è stato il maggior  aumento mensile dall’inizio della serie (anno 1953)  e rappresenta oltre un terzo di tutti gli articoli destagionalizzati

L’indice alimentare è aumentato ad aprile  dello 0,4 per cento come per l’indice del cibo da asporto e consumato nei locali. 

L’indice energetico (benzina) ad aprile è leggermente diminuito e  ha più che compensato gli aumenti degli indici elettricità e gas naturale.

L’indice per tutti gli articoli meno cibo ed energia è aumentato dello 0,9% ad aprile, il maggior aumento fatto registrare da Aprile 1982.

Quasi tutti gli indici delle componenti principali sono aumentati in aprile.

Le tariffe aeree, attività ricreative, assicurazione dei veicoli a motore  sono stati tra gli indici con un forte impatto sull’incremento complessivo.

Il dato degli US influenzerà anche l’inflazione in Italia?

Molto utile la risposta che fornisce questa utility Confronto inflazione Italia vs USA. Si nota nel confronto dello stesso periodo  come l’inflazione Italiana sia correlata a quella degli USA

Potrebbe interessarti sullo stesso argomento

Confronto inflazione Italia vs USA

Inflazione internazionale Elabora le serie storiche dei dati relativi all’inflazione Italiana, US (Stati Uniti D’America), Unione Europea e Euro Area

Studia, analizza e stampa i dati relativi all’inflazione negli USA

L’inflazione minima in America? Nel periodo Giu-1920 Giu-1921 l’inflazione è stata pari a  -15.8%

Individua un valore Minimo, Massimo e medio dell’inflazione USA in un intervallo di tempo da te scelto

Studia l’inflazione in America su

http://www.rivaluta.it/inflazione-media-dal-al.htm?dati=usa

http://www.rivaluta.it/serie-inflazione-media.htm?dati=usa

Link UTILI 

U.S. Department of Labor Bureau of Labor Statistics 

INFLATIONDATA.com 

Ad Aprile 2021 in aumento. Sale all’1,1% annuo.

La stima dell’inflazione annua ad Aprile 2021 registra un valore di 1,1%

La stima dell’inflazione per Aprile 2021 comunicata dall’Istat il 30/04/2021 è uguale a 0,4% come variazione mensile e 1,1% come variazione annuale.

La stima dell’inflazione per il periodo precedente (Marzo 2021) fu 0,3% come variazione mensile e 0,8% come variazione annuale.

Il dato ufficiale dell’inflazione annua in questo periodo è stato uguale a 0,8% e 0,3% quello mensile.

Tabella ultime stime Istat e valori ufficiali dell’inflazione

Nella tabella seguente sono riportate nelle prime due colonne i valori delle stime Istat del dato dell’inflazione per il periodo indicato e nelle successive i valori definitivi per lo stesso periodo

Periodo Var%
Stima Inf. mese
Var%
Stima Inf. anno
Inflazione mese Inflazione anno
Gennaio 2021 0,5% 0,2% 0,7% 0,4%
Febbraio 2021 0,1% 0,6% 0,1% 0,6%
Marzo 2021 0,3% 0,8% 0,3% 0,8%
Aprile 2021 0,4% 1,1% ND ND
Gennaio 2020 0,2% 0,6% 0,1% 0,5%
Febbraio 2020 0% 0,4% -0,1% 0,3%
Marzo 2020 0,1% 0,1% 0,1% 0,1%
Aprile 2020 0,1% 0% 0,1% 0%
Maggio 2020 -0,1% -0,1% -0,2% -0,2%
Giugno 2020 0,1% -0,2% 0,1% -0,2%
Luglio 2020 -0,1% -0,3% -0,2% -0,4%
Agosto 2020 0,3% -0,5% 0,3% -0,5%
Settembre 2020 -0,6% -0,5% -0,7% -0,6%
Ottobre 2020 0,2% -0,3% 0,2% -0,3%
Novembre 2020 -0,1% -0,2% -0,1% -0,2%
Dicembre 2020 0,3% -0,1% 0,2% -0,2%

Il valore di Aprile 2021 è il più alto registrato da Aprile 2019 quando la variazione rispetto ad aprile 2018 fu uguale a +1,1%.

L’accelerazione tendenziale dell’inflazione si deve essenzialmente ai prezzi dei Beni energetici, la cui crescita passa da +0,4% di marzo a +9,4% a causa sia dei prezzi della componente regolamentata (che invertono la tendenza da -2,2% a +15,7%) sia di quelli della componente non regolamentata (che accelerano da +1,7% a +6,6%); tale dinamica è solo in parte compensata dall’inversione di tendenza dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati (da +1,0% a -0,3%) e di quelli dei Servizi relativi ai trasporti (da +2,2% a -0,7%).

 

Tabella ultimi dati inflazione

Periodo Inflazione
annua
Aprile 2021 (STIMA) 1,1%
Marzo 2021 0,8%
Febbraio 2021 0,6%
Gennaio 2021 0,4%
Dicembre 2020 -0,2%
Novembre 2020 -0,2%
Ottobre 2020 -0,3%
Settembre 2020 -0,6%
Agosto 2020 -0,5%
Luglio 2020 -0,4%
Giugno 2020 -0,2%
Maggio 2020 -0,2%
Aprile 2020 0,0%
Inflazione Media -0,1%

Tabella dati inflazione Gennaio 2018 – Marzo 2021

N Periodi Inflazione
annua
Inflazione
mensile
1 Gennaio-2017 Gennaio-2018 0,9% 0,3%
2 Febbraio-2017 Febbraio-2018 0,5% 0,0%
3 Marzo-2017 Marzo-2018 0,8% 0,3%
4 Aprile-2017 Aprile-2018 0,5% 0,1%
5 Maggio-2017 Maggio-2018 1,0% 0,3%
6 Giugno-2017 Giugno-2018 1,3% 0,2%
7 Luglio-2017 Luglio-2018 1,5% 0,3%
8 Agosto-2017 Agosto-2018 1,6% 0,4%
9 Settembre-2017 Settembre-2018 1,4% -0,5%
10 Ottobre-2017 Ottobre-2018 1,6% 0,0%
11 Novembre-2017 Novembre-2018 1,6% -0,2%
12 Dicembre-2017 Dicembre-2018 1,1% -0,1%
13 Gennaio-2018 Gennaio-2019 0,9% 0,1%
14 Febbraio-2018 Febbraio-2019 1,0% 0,1%
15 Marzo-2018 Marzo-2019 1,0% 0,3%
16 Aprile-2018 Aprile-2019 1,1% 0,2%
17 Maggio-2018 Maggio-2019 0,8% 0,0%
18 Giugno-2018 Giugno-2019 0,7% 0,1%
19 Luglio-2018 Luglio-2019 0,4% 0,0%
20 Agosto-2018 Agosto-2019 0,4% 0,4%
21 Settembre-2018 Settembre-2019 0,3% -0,6%
22 Ottobre-2018 Ottobre-2019 0,2% -0,1%
23 Novembre-2018 Novembre-2019 0,2% -0,2%
24 Dicembre-2018 Dicembre-2019 0,5% 0,2%
25 Gennaio-2019 Gennaio-2020 0,5% 0,1%
26 Febbraio-2019 Febbraio-2020 0,3% -0,1%
27 Marzo-2019 Marzo-2020 0,1% 0,1%
28 Aprile-2019 Aprile-2020 0,0% 0,1%
29 Maggio-2019 Maggio-2020 -0,2% -0,2%
30 Giugno-2019 Giugno-2020 -0,2% 0,1%
31 Luglio-2019 Luglio-2020 -0,4% -0,2%
32 Agosto-2019 Agosto-2020 -0,5% 0,3%
33 Settembre-2019 Settembre-2020 -0,6% -0,7%
34 Ottobre-2019 Ottobre-2020 -0,3% 0,2%
35 Novembre-2019 Novembre-2020 -0,2% -0,1%
36 Dicembre-2019 Dicembre-2020 -0,2% 0,2%
37 Gennaio-2020 Gennaio-2021 0,4% 0,7%
38 Febbraio-2020 Febbraio-2021 0,6% 0,1%
39 Marzo-2020 Marzo-2021 0,8% 0,3%
40 Aprile-2020 Aprile-2021(STIMA) 1,1% 0,4%

 

L’ultimo indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI), al netto dei tabacchi, utile per aggiornare canone, assegni familiari e assegno di mantenimento al coniuge, registra una variazione tendenziale su base mensile uguale a 0,3% e 0,7% su base annua.

Raccolta degli indici ISTAT FOI,NIC e IPCA pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale


Comunicato Istat per Aprile 2021 del 30/04/2021