Inflazione US Agosto 2023: +3,7%

Il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti ha comunicato il dato dell’inflazione per Agosto 2023.

Inflazione US Agosto 2023: +3,7% 1

L’aumento rispetto a Luglio 2023 è stato uguale a 0,4 per cento.

L’indice dei prezzi al consumo per tutti i consumatori urbani (CPI-U) è aumentato dello 0,6% ad agosto 2023 su base stagionale base corretta, dopo un aumento dello 0,2% a luglio. Negli ultimi 12 mesi, l’indice globale delle voci è aumentato del 3,7% prima della destagionalizzazione.

L’indice della benzina ha contribuito maggiormente all’aumento mensile di tutte le voci, oltre la metà dell’aumento. All’aumento mensile di agosto ha contribuito anche il continuo avanzamento nell’indice dei “rifugi”, che è aumentato per il 40esimo mese consecutivo. L’indice energetico è cresciuto del 5,6%.

Ad Agosto sono aumentati  tutti i principali indici della componente energetica. L’indice alimentare è aumentato dello 0,2%.

L’indice relativo a tutte le voci, esclusi cibo ed energia, è aumentato dello 0,3% in agosto, dopo lo 0,2% aumento  di luglio. 

Estrai la serie storica dei dati inflazione US tra due periodi

Consulta i dati ufficiali dell’inflazione US dal sito U.S. Bureau of Labor Statistics

 

Ricevuta di Accettazione e Ricevuta di Consegna nella PEC

Tutto ciò che devi sapere sulle ricevute di accettazione e consegna in una comunicazione PEC

La ricevuta di accettazione e la ricevuta di consegna nelle comunicazioni tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) hanno scopi diversi e vengono considerate in momenti diversi nel processo di invio di documenti tramite PEC.

Ricevuta di accettazione 

Quando l’utente invia il messaggio riceve, da parte del proprio Gestore di PEC, la ricevuta di accettazione con attestazione temporale. La ricevuta è una prova legale dell’avvenuta spedizione del messaggio ma non della consegna presso la casella PEC del destinatario.

La ricevuta di accettazione conterrà la data e l’ora (hh:mm:ss,ms) del server gestore di chi ha inviato la PEC.

L’Art. 3 “Trasmissione del documento informatico” del DPR 11 febbraio 2005, n. 68 è chiaro al riguardo:

Il documento informatico trasmesso per via telematica si intende spedito dal mittente se inviato al proprio gestore, e si intende consegnato al destinatario se reso disponibile all’indirizzo elettronico da questi dichiarato, nella casella di posta elettronica del destinatario messa a disposizione dal gestore.

Ricevuta di consegna o ricevuta di avvenuta consegna

Quando il messaggio arriva nella casella del destinatario, il server che riceve la  PEC invia al mittente la ricevuta di avvenuta o mancata consegna, con l’indicazione di data ed orario, indipendente dalla visualizzazione del messaggio da parte del destinatario.

Questa ricevuta attesta che il messaggio è stato consegnato con successo al server della casella di posta elettronica del destinatario. La data e l’ora di riferimento per questa ricevuta sono quelle in cui il server di posta del destinatario ha accettato il messaggio. Questa ricevuta dimostra solo che il messaggio è stato recapitato al server del destinatario ma non implica che il destinatario abbia effettivamente letto o aperto il messaggio.

Nel caso di invio di una PEC (ad esempio, un Bando del tipo “Clic Day”) presso un ufficio pubblico, la data e l’ora di arrivo presso l’indirizzo dell’ente pubblico  (Art. 3 DPR 11 febbraio 2005, n. 68 ) sarà la data e l’ora in cui il server del mittente ha preso in carico il messaggio da inviare. La ricevuta di consegna è solitamente considerata come prova che il messaggio è stato consegnato con successo al server del destinatario ma la data e l’ora di riferimento di arrivo è quella comunicata dal server del mittente.

Si raccomanda di conservare entrambe le ricevute (Accettazione e Consegna) perché costituiranno prove legali.

Mercato energia elettrica: significato di PUN

Nel mercato dell’energia elettrica in Italia, PUN è l’acronimo di “Prezzo Unico Nazionale.” In inglese, è tradotto come “Single National Price” o “Uniform National Price.” Il PUN rappresenta il prezzo unico al megawattora (MWh) dell’energia elettrica nel mercato all’ingrosso, ed è calcolato sulla base delle offerte e delle domande di energia elettrica provenienti dai diversi produttori e distributori.

Il PUN è un indicatore importante nel mercato dell’energia elettrica in Italia perché influisce sul prezzo dell’energia elettrica per i consumatori finali e per le imprese. Cambiamenti nel PUN possono essere causati da vari fattori, come la disponibilità delle risorse energetiche, la domanda di elettricità, i prezzi delle materie prime e altri fattori economici.

Monitorare il PUN è essenziale per i partecipanti del mercato energetico, come produttori, distributori e fornitori, poiché influisce sulle loro strategie di acquisto e vendita di energia elettrica. Inoltre, le autorità di regolamentazione utilizzano il PUN per garantire un funzionamento efficiente e competitivo del mercato elettrico.

Dati di sintesi MPE-MGP – riepilogo

Inflazione USA in discesa a giugno 2023: +3,0%

Undicesima discesa consecutiva dell’inflazione USA

Discesa iniziata a luglio 2022 quando il valore passo dal 9,1% di giugno all’8,5%. Un valore così basso non si vedeva da marzo 2021 quando l’inflazione annua era del 2,6%.

 

Il commento dell’istituto di statistica USA

L’aumento mensile rispetto a maggio scorso è stato dello 0,3% quello annuale come già detto del 3%. L’indice per il riparo è stato il maggior contributore all’aumento mensile di tutte le voci.

Impatta per oltre il 70 per cento dell’incremento, cui contribuisce anche l’indice delle assicurazioni auto.
L’indice alimentare è aumentato dello 0,1% a giugno dopo l’aumento dello 0,2% del mese precedente. L’indice del cibo da asporto è rimasto invariato nel mese mentre mangiare  fuori casa è salito
0,4 per cento a giugno.

L’indice energetico è salito dello 0,6% a giugno a maggio era uguale a -3,6%.

L’indice per tutti gli articoli meno cibo ed energia è aumentato dello 0,2 per cento a giugno. Gli indici che sono aumentati a giugno includono riparo, motore
assicurazione del veicolo, abbigliamento, attività ricreative e cura della persona. Gli indici delle tariffe aeree,
la comunicazione, le auto e i camion usati, l’arredamento e le operazioni domestiche erano tra questi
che è diminuito nel corso del mese.

Per quanto concerne  l’indice complessivo meno l’indice alimentare ed energetico è aumentato del 4,8% negli ultimi 12 mesi. L’indice energetico è diminuito del 16,7% nell’anno e l’indice alimentare è aumentato del 5,7 per cento nell’ultimo anno.

Consulta la serie storica dei dati dell’inflazione USA

Stima inflazione Area euro maggio 2023: +6,1%

L’inflazione annua dell’area dell’euro dovrebbe essere del 6,1% a maggio 2023, in calo rispetto al 7,0% di aprile 2023. Tra aprile e maggio la variazione stimata è nulla a differenza dello scorso mese che era stata +0,6%.

L’energia nell’Area euro registra un -1,7%

Guardando alle principali componenti dell’inflazione nell’area dell’euro, Eurostat stima che cibo, alcol e tabacco registreranno il tasso annuo più elevato a maggio (12,5%, rispetto al 13,5% di aprile), seguiti dai beni industriali non energetici (5,8%, rispetto al 6,2% ad aprile), servizi (5,0%, rispetto al 5,2% di aprile) ed energia (-1,7%, rispetto al 2,4% di aprile).

Inflazione Area Euro da Gennaio 2022 a Maggio 2023(Stima)

Periodo Inflazione annua Inflazione mensile
Aprile-2022  Aprile-2023 7,00% 0,60%
Maggio-2022  Maggio-2023 6,00% 0,0%
Marzo-2022  Marzo-2023 6,90% 0,90%
Febbraio-2022  Febbraio-2023 8,50% 0,80%
Gennaio-2022  Gennaio-2023 8,60% -0,20%
Dicembre-2021  Dicembre-2022 9,20% -0,40%
Novembre-2021  Novembre-2022 10,10% -0,10%
Ottobre-2021  Ottobre-2022 10,60% 1,50%
Settembre-2021  Settembre-2022 9,90% 1,20%
Agosto-2021  Agosto-2022 9,10% 0,60%
Luglio-2021  Luglio-2022 8,90% 0,10%
Giugno-2021  Giugno-2022 8,60% 0,80%
Maggio-2021  Maggio-2022 8,10% 0,80%
Aprile-2021  Aprile-2022 7,40% 0,60%
Marzo-2021  Marzo-2022 7,40% 2,40%
Febbraio-2021  Febbraio-2022 5,90% 0,90%
Gennaio-2021  Gennaio-2022 5,10% 0,30%

Ad aprile 2023 l’inflazione in Italia riparte: +8,2%

Ad aprile 2023 l’inflazione in Italia in aumento dello 0,4% su base mensile e dell’8,2% su base annua

A marzo scorso  in Italia il dato annuo era stato +7,6% mentre la stima preliminare per aprile fu dell’ 8,3%.

N Periodo Var.% mese Var% anno
1 Aprile 2023 0,4% 8,2%
2 Marzo 2023 -0,4% 7,6%
3 Febbraio 2023 0,2% 9,1%
4 Gennaio 2023 0,1% 10%
5 Dicembre 2022 0,3% 11,6%
6 Novembre 2022 0,5% 11,8%
7 Settembre 2022 8,9% 0,3%
8 Agosto 2022 0,8% 8,4%
9 Luglio 2022 0,4% 7,9%
10 Giugno 2022 1,2% 8%
11 Maggio 2022 0,8% 6,8%
12 Maggio 2022 0,8% 6,8%
13 Aprile 2022 -0,1% 6%

Ad aprile 2023, l’indice dell’inflazione è aumentato principalmente a causa di un nuovo rialzo dei prezzi dei Beni Energetici non regolamentati, i quali hanno seguito un andamento in crescita mensile del 2,3% rispetto al calo del -3,9% registrato ad aprile 2022. Questo evidenzia una forte correlazione tra l’aumento dei prezzi e quello degli energetici, che rappresentano una voce di costo fondamentale per molte attività.

Tuttavia, nel settore alimentare, si è registrato un rallentamento della crescita dei prezzi dei prodotti lavorati e non lavorati, contribuendo a moderare l’inflazione di fondo, che si attesta attualmente al +6,2%. Inoltre, si nota una decelerazione sulla tendenza annuale dei prezzi del “carrello della spesa”, scesi al +11,6%.

In sintesi, l’aumento dei prezzi dei Beni Energetici non regolamentati rappresenta la principale causa dell’attuale inflazione, mentre nel settore alimentare si registra un rallentamento della crescita dei prezzi, il che contribuisce a moderare l’indice di inflazione.

Confronto inflazione e prezzo del gasolio autotrazione

Il prezzo del gasolio dal 1996 al 2023 confrontato con l’inflazione

L’aumento dei prezzi dei carburanti causa l’inflazione?

Confronto prezzo gasolio e inflazione Italia gennaio 1996-marzo 2023

Il grafico e i dati del prezzo del gasolio e dell’inflazione in Italia affiancati evidenziano un andamento più o meno simile tra prezzo del gasolio e inflazione. Si nota come l’aumento dell’inflazione si verifichi con un ritardo di circa un mese dall’aumento del gasolio.

Solo nel periodo che va da aprile 2004 a aprile 2006 c’è una divergenza dei dati: il gasolio sale e l’inflazione, al contrario, è in netta discesa.

Dal 2006 al 2023 si evidenzia tra le due serie di dati una forte e decisa correlazione, e ciò fa pensare che il prezzo del gasolio sia molto influente sull’inflazione.

Questa potrebbe sembrare una riflessione ovvia, ma a volte l’ovvietà sfugge.

Al lettore lasciamo le dovute osservazioni.

 

Potrebbe essere utile sullo stesso argomento consultare:

La crisi energetica nel 1973

Sotto il grafico dell’inflazione in Italia dal 1965 al 1975. Si noti il picco raggiunto a novembre 1974 con 25,2%. Nello stesso periodo il Tasso ufficiale di sconto fissato dalla Banca d’Italia era dell’8% e raggiunse il massimo del 19% nel 1981.

Grafico inflazione Italia 1965-1975

Leggi wikipedia.org 

Come usare ChatGPT dall’Italia

Accedere a ChatGPT con una VPN Gratis

Avrai ricevuto anche tu collegandoti su ChatGPT questo avviso:

Accesso a ChatGPT disabilitato per gli utenti in Italia

Accesso a ChatGPT disabilitato per gli utenti in Italia

I responsabili dell’AI, come spiegato nella pagina, precisano che si impegneranno insieme al Garante con l’obiettivo di ripristinare l’accesso a ChatGPT il prima possibile.

Come usare subito ChatGPT dall’Italia?

Ecco quello che devi fare: installare sul tuo browser una VPN gratuita. Non sai come fare? Ti spieghiamo tutto su questo articolo come farlo in due minuti. Precisiamo che la VPN che abbiamo proposto e scelto in questo articolo è stata una scelta casuale ma non per questo è la migliore. Confermiamo comunque di averla testata e di aver ottenuto ottimi risultati.

Come installare una estensione VPN su Chrome?

Ecco i passi da eseguire:

  1. Apri il Chrome Web Store.
  2. Inserisce nel campo a sinistra (Cerca nello store) il nome di questa estensione VPN da installare: zenmate free vpn
  3.  Fai clic sotto su Estensioni e vedrai a destra tutte le estensioni VPN. La prima è ZenMate (vedi immagine sotto)poi Clic sull’immagine destra
    Zen Mate Gratis VPN
  4. Clic su Aggiungi e accetta dati o autorizzazioni. Per approvare, fai clic su Aggiungi estensione.
  5. Ora clicca in alto a destra su questo simbolo  (Estensioni)
  6. Ora vedrai questo simbolo  accanto a ZenMate cliccai sopra e vedrai che cambierà colore, da grigio a celeste.
  7. Ora dovresti vedere la tua Estensione ZenMate in evidenza in alto accanto alle altre se ne hai(come in figura)
  8. Clicca sull’icona a forma di scudo (nell’immagine contornata di verde) disabilita le prime immagini di aiuto e poi clicca al centro dello scudo per accendere la tua VPN. Vedrai un cronometro che inizia conteggiare (è solo il tempo di collegamento) e in basso il paese con cui ti stai collegando (potrebbe essere Germania). Se desideri cambiare paese basta cliccare sul paese attuale e ti verranno proposte altre sedi. Per la versione gratis hai solo altri quattro paesi mentre gli altri sono a pagamento.
  9. Ora è tutto a posto. Sei operativo!
  10. Torna sulla pagina di ChatGPT clic su Try ChatGPT e …buon lavoro su ChatGPT.

Potrebbe tornare utile sapere

VPN: cos’è, come funziona e a cosa serve una Virtual Private Network

Rallenta l’inflazione in Italia a febbraio 2023:+9,1%

Quello di febbraio con 9,1% è il valore più basso registrato da ottobre 2022

Nel mese di febbraio 2023 l’inflazione registra un aumento dello 0,2% su base mensile e del 9,1% su base annua, da +10,0% nel mese precedente.

La stima preliminare era stata uguale a 0,3% quella mensile e 9,2% il dato annuale.

 

La tabella con le ultime tredici rilevazioni dell’inflazione

N Periodo Var.% mese Var% anno
1 Febbraio 2023 0,2% 9,1%
2 Gennaio 2023 0,1% 10%
3 Dicembre 2022 0,3% 11,6%
4 Novembre 2022 0,5% 11,8%
5 Settembre 2022 8,9% 0,3%
6 Agosto 2022 0,8% 8,4%
7 Luglio 2022 0,4% 7,9%
8 Giugno 2022 1,2% 8%
9 Maggio 2022 0,8% 6,8%
10 Maggio 2022 0,8% 6,8%
11 Aprile 2022 -0,1% 6%
12 Marzo 2022 1% 6,5%
13 Febbraio 2022 0,9% 5,7%

La flessione, precisa l’Istat, è frutto dell’attenuazione delle tensioni sui prezzi dei Beni Energetici, sia della componente regolamentata sia di quella non regolamentata. Tuttavia, ancora al rialzo dei prezzi nel comparto dei Beni alimentari, lavorati e non, dei Tabacchi e dei Servizi, quasi tutti in accelerazione tendenziale.

Come conseguenza di tali andamenti, si accentua la crescita su base annua della componente di fondo (+6,3%) e quella del cosiddetto “carrello della spesa”, che risale a +12,7%, dopo il rallentamento osservato a gennaio.

Anche per l’indice FOI, utile per le rivalutazioni monetarie c’è stata una discesa decisa: +8,9% rispetto al 9,8 di gennaio scorso.

Potrebbe essere utile sullo stesso argomento consultare l’inflazione media in Italia e il Calcolatore dell’inflazione

Classificazione delle categorie generazionali

Scopri il significato delle categorie generazionali

Baby boomer, cosa significa e chi identifica?

Il termine “baby boomer” si riferisce a una generazione di persone nate in un periodo di forte aumento demografico, in particolare negli Stati Uniti e in Europa occidentale, durante gli anni immediatamente successivi alla fine della Seconda Guerra Mondiale. Il periodo è quello tra il 1946 e il 1964 circa. I baby boomer sono spesso considerati come una generazione che ha vissuto un’epoca di grande prosperità sia economica che sociale ed ha influenzato in modo significativo la cultura e la politica del tempo. Al momento della stesura del testo, la loro età è compresa tra i 59 e i 77 anni.

Approfondisci su wikipedia

Generazione X. Chi sono?

La “Generazione X” è una locuzione diffusa nel mondo occidentale per descrivere la generazione di coloro che hanno un’età compresa tra 43 e 58 anni. Il termine è stato coniato dallo scrittore canadese Douglas Coupland.

Approfondisci su wikipedia

Generazione Y o anche Millennials

Coloro che hanno tra 25 e 42 anni  sono definiti appartenenti alla “Generazione Y” o anche “Millennials” in quanto divenuti maggiorenni nel nuovo millennio. Essi rappresentano una generazione di transizione fra passato e futuro: avendo visto nascere Internet e assistito alla progressiva diffusione dei social network, sono la prima generazione digitalizzata, che ha vissuto l’abbattimento delle barriere culturali grazie alla “rete”.

Approfondisci su group.intesasanpaolo.com

Generazione Z

La “Generazione Z” comprende le persone con un’età maggiore di 8 anni e minore di 25 anni, al momento della stesura del testo.

Approfondisci su Treccani

Generazione Alpha

La “Generazione Alpha“, o per abbreviazione Gen Alpha, comprende le persone con un’età inferiore a 9 anni.

Approfondisci su insidemarketing.it 


Vuoi sapere la tua categoria in base alla tua data di nascita? Scoprilo su Quanti anno ho

Su i tassi di interesse nell’Area Euro dall’8 febbraio 2023

Dall’8 febbraio 2023 tassi BCE al 3%

Il Consiglio direttivo ha deciso di innalzare di 50 punti base i tre tassi di interesse di riferimento della BCE. Pertanto, i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale saranno innalzati rispettivamente al 3,00%, al 3,25% e al 2,50%, con effetto dall’8 febbraio 2023.

La tabella aggiornata con possibilità di effettuare il download

Perché la BCE alza i tassi?

Abbiamo di nuovo innalzato i tassi di interesse, di 0,5 punti percentuali.  Stiamo aumentando i tassi in misura significativa, a un ritmo costante. Abbiamo preso questa decisione per ridurre l’inflazione. L’inflazione è diminuita lievemente ma resta troppo elevata

I prezzi dell’energia sono scesi bruscamente nelle ultime settimane, ma quelli dei generi alimentari sono ancora in forte aumento. Il precedente rialzo dei costi dell’energia si sta tuttora diffondendo all’intera economia. Per questo molti beni e servizi sono più cari.

L’economia è debole al momento, ma dovrebbe rafforzarsi presto

E’ quello che scrive la BCE nella infografica per i cittadini. La guerra, l’elevata inflazione e l’indebolimento dell’economia mondiale continuano a frenare la nostra economia. Ma con l’aumento dei salari e rincari non più così marcati, le persone spenderanno probabilmente di più e l’economia dovrebbe riprendersi nel corso dell’anno.

Paniere dei prezzi 2023:si passa da 1772 a 1885 prodotti

Web scraping per la rilevazione dei prezzi del trasporto aereo

Il web scraping sarà  la novità per il 2023 di rilevazione dei prezzi utilizzata dall’Istat.

Paniere Prezzi Istat 2023

Nel 2023 le novità più rilevanti sono di natura metodologica e riguardano l’utilizzo di nuove tecniche di cattura automatica (web scraping) dei prezzi del trasporto aereo e l’impiego della banca dati IQVIA per i prodotti farmaceutici, a vantaggio dell’efficienza della rilevazione e dell’accuratezza delle stime degli indici per questi prodotti.

Nel paniere del 2023 che verrà utilizzato per il calcolo degli indici NIC (per l’intera collettività nazionale) e FOI (per le famiglie di operai e impiegati) figurano 1.885 prodotti elementari (1.772 nel 2022), raggruppati in 1.061 prodotti, a loro volta raccolti in 423 aggregati.

Per il calcolo dell’indice IPCA (armonizzato a livello europeo) il paniere comprende 1.906 prodotti elementari (1.792 nel 2022), raggruppati in 1.080 prodotti e 427 aggregati.

Quali sono i prodotti che entrano nel paniere 2023?

  • la Visita medica sportiva (libero professionista)
  • la Riparazione smartphone
  • Apparecchiature audio intelligenti.

CONSUMI CONSOLIDATI

PESCE FRESCO/REFRIGERATO
• Tonno fresco di pescata
• Rombi freschi di allevamento
ABBIGLIAMENTO
• Leggings o jeggings da donna
SALUTE
• Deambulatore
• Radiografia
• Radiografia ticket
ESTETICA
• Massaggio estetico

Tra i prodotti a rilevazione tradizionale che rappresentano consumi consolidati, entrano nel paniere, il Tonno di pescata e i Rombi di allevamento (tra i Pesci freschi di mare), il Deambulatore (nell’ambito delle Altre attrezzature ed apparecchi terapeutici), il Massaggio estetico (per Trattamenti di bellezza).

Quali sono i prodotti che escono dal paniere 2023?

  • Compact disk 
  • Overboard

Si amplia poi la gamma degli aggregati di prodotto a rilevazione scanner, relativamente a formaggi stagionati confezionati, frutta e vegetali freschi (limitatamente a prodotti non stagionali venduti a peso fisso).

DIVISIONI DI SPESA del paniere 2023

17,0% > Prodotti alimentari e bevande analcoliche
14,2% > Trasporti
11,8% > Abitazione, acqua, elettricità e combustibili
11,3% > Servizi ricettivi e di ristorazione
9,2% > Altri beni e servizi
8,5% > Servizi sanitari e spese per la salute
7,7% > Mobili, articoli e servizi per la casa
7,7% > Ricreazione, spettacoli e cultura
6,4% > Abbigliamento e calzature
3,0% > Bevande alcoliche e tabacchi
2,3% > Comunicazioni
0,9% > Istruzione

I dati rilevanti sul paniere 2023

Sono circa 33 milioni le quotazioni di prezzo (scanner data) provenienti ogni mese dalla Grande Distribuzione Organizzata (GDO), utilizzate nel 2023 per stimare l’inflazione; 393mila sono raccolte sul territorio dagli Uffici comunali di statistica; oltre 192mila dall’Istat direttamente o tramite fornitori di dati; più di 167mila le quotazioni provenienti dalla base dati dei prezzi dei carburanti del Ministero dello Sviluppo economico.

Potrebbe interessarti la storia del paniere Istat 

L’inflazione in Italia 1955-2022: la storia

Qual è stato il valore più alto dell’inflazione in Italia dal dopoguerra ad oggi?

Per renderci conto abbiamo elencato in tabella in ordine decrescente i primi 20 valori dell’inflazione in Italia dal 1955.

Periodo Inflazione annua
novembre-1974 25,20%
dicembre-1974 24,50%
ottobre-1974 24,30%
gennaio-1975 24,10%
febbraio-1975 23,30%
settembre-1974 23,00%
dicembre-1976 22,00%
luglio-1980 22,00%
agosto-1980 22,00%
novembre-1980 22,00%
settembre-1980 21,40%
novembre-1976 21,30%
dicembre-1980 21,30%
ottobre-1980 21,10%
aprile-1980 20,90%
giugno-1980 20,90%
gennaio-1977 20,80%
febbraio-1980 20,80%
maggio-1980 20,80%
gennaio-1980 20,60%

Il valore più alto dell’inflazione registrato in Italia è quello di novembre 1974 con 25,2 per cento.

Inflazione annua Italia 1955-2022

Altra considerazione è quella relativa al fatto che i valori più alti dell’inflazione in Italia si registrano nei 7 anni compresi nel periodo 1974 – 1981.

In quegli stessi anni il tasso ufficiale di sconto in Italia salì dal 9% di marzo 1974  fino al 19% a marzo 1981.

Come si può notare dal grafico, la velocità di salita (pendenza) della curva nel periodo attuale è identica a quella avuta dal 1974.

I periodi di alta inflazione erano quelli denominati i Periodi delle crisi petrolifera: prima crisi nel 1973 e seconda crisi petrolifera nel 1979

La storia ci ricorda LE PRIME DOMENICHE DELL’AUSTERITY  del 1973. Il  governo italiano, come altri governi europei, adottò misure di austerità volte alla riduzione forzata dei consumi energetici che modificarono nel breve periodo le abitudini dei cittadini e resero l’opinione pubblica consa­pevole della fine di un lungo ciclo di espansione economica (fonte:  https://www.novecento.org/).

Ci pare quindi di rivedere e rivivere  il periodo degli anni 1973-1980: tassi di interesse alti, inflazione alta e salari che non riescono a coprire le esigenze quotidiana della popolazione.

Quale futuro allora e quali politiche economiche e monetarie vivremo?

Consigliamo vivamente questo articolo (La crisi che ruppe il Novecento 1973-1979. Il racconto e i modelli).

Sarà necessario rileggere il passato per migliorare il presente.

Potrebbe essere utile

L’inflazione media in Italia dal 1955

ChatGPT. Intervista all’automa che risponde agli umani

Cos’è ChaGPT? L’intervista diretta esclusiva a ChaGPT

Intervista esclusiva della redazione di rivaluta.it all’automa che sta spopolando sul web.

Dopo una nostra richiesta ufficiale, l’automa ci ha risposto, che non poteva sostenere un’intervista, però poteva fornirci informazioni su se stesso e sul suo funzionamento. Noi ovviamente ne abbiamo approfittato. Di seguito il nostro dialogo con ChatGPT.

Redazione:
Buongiorno ChatGPT. Siamo la redazione di www.rivaluta.it. Vorremmo farle un’intervista. E’ disponibile?

ChatGPT:
Buongiorno! Mi dispiace, ma non sono in grado di sostenere interviste poiché sono solo una macchina e non ho la capacità di pensare o rispondere autonomamente. Tuttavia, posso fornirvi informazioni su di me e sul mio funzionamento. In che cosa posso aiutarvi?

Redazione:
Cos’è ChatGPT?

ChatGPT:
ChatGPT è un modello di linguaggio di grandi dimensioni addestrato da OpenAI. È progettato per generare testo in modo autonomo, in base ai dati di input forniti. Viene utilizzato in una varietà di applicazioni, come la generazione di testo, la conversazione automatica e la traduzione automatica.

Redazione:
Ci fai un esempio su cosa puoi essere utile nel campo dello sviluppo software?
ChatGPT:
Il campo dello sviluppo software è vasto e ci sono molte aree in cui un modello di linguaggio come ChatGPT può essere utile.
  • Generazione automatica di codice: ChatGPT può essere addestrato per generare codice in base a specifiche input, in modo da automatizzare alcune parti del processo di sviluppo.
  • Documentazione: ChatGPT può essere utilizzato per generare documentazione tecnica in modo automatico, in base a specifiche input fornite dagli sviluppatori.
  • Analisi del linguaggio naturale: ChatGPT può essere utilizzato per analizzare il linguaggio naturale all’interno dei report dei bug o dei feedback degli utenti per aiutare gli sviluppatori a comprendere meglio i problemi e a risolverli.
  • Generazione di test: ChatGPT può essere utilizzato per generare automaticamente test per il codice sviluppato.

Questi sono solo alcuni esempi di come ChatGPT può essere utilizzato nello sviluppo software. Ci sono molte altre possibilità in base alle esigenze specifiche del progetto.

Redazione:
Dove prendi le informazioni, dove le archivi e quante sono ad oggi?

ChatGPT:
Io, ChatGPT, sono un modello di linguaggio di grandi dimensioni addestrato da OpenAI. Il mio addestramento è stato effettuato utilizzando un vasto corpus di testo presente su internet, inclusi libri, articoli, siti web e molto altro ancora. Il corpus di addestramento è stato selezionato e preprocessato per garantire che contenga informazioni accurate e attendibili. Durante il mio addestramento, ho “appreso” il contenuto di questo corpus di testo e ho imparato a generare testo in modo autonomo in base ai dati di input forniti.

Il mio addestramento è stato effettuato su un vasto corpus di testo, non ho una memoria specifica dove archivio le informazioni, il modello è stato addestrato in modo che le informazioni siano contenute nei pesi dei miei parametri, quindi non ho una memoria specifica dove archivio le informazioni, ma è tutto contenuto nella struttura del modello stesso.

Il mio conoscenza cutoff è 2021, quindi le informazioni che fornisco saranno aggiornate fino a quella data.

Redazione:
Il tuo contributo potrebbe essere un problema per gli umani? La scienza non si trova d’accordo sull’uso avanzato degli automi.

ChatGPT:
Il contributo dei modelli di linguaggio come il mio, ChatGPT, può avere implicazioni per gli esseri umani e ci sono diversi punti di vista sull’uso degli automi avanzati nella società.

Da un lato, i modelli di linguaggio come il mio possono essere utilizzati per automatizzare alcune attività e migliorare l’efficienza in molte industrie, come lo sviluppo software, la traduzione, la scrittura e la generazione di contenuti. Ciò può liberare gli esseri umani dalle attività ripetitive e consentire loro di concentrarsi su compiti più creativi e complessi.

D’altro canto, c’è preoccupazione per gli effetti sull’occupazione, poiché alcuni lavori potrebbero essere automatizzati e sostituiti da modelli di intelligenza artificiale come il mio. Inoltre, ci sono preoccupazioni relative all’uso improprio o alla diffusione di informazioni false o ingannevoli generate da modelli di linguaggio come il mio.

Per questo motivo, è importante che gli sviluppatori, i ricercatori e le autorità regolatorie lavorino insieme per garantire che i modelli di intelligenza artificiale come il mio vengano utilizzati in modo responsabile e che siano adottate misure per mitigare gli effetti negativi potenziali.

Redazione:
Ci hai parlato che puoi generare test automaticamente per il codice sviluppato. Puoi farci un esempio pratico?
ChatGPT:

Certo, posso fornirvi un esempio di come un modello di linguaggio come il mio, ChatGPT, può essere utilizzato per generare automaticamente test per il codice sviluppato.

Supponiamo di avere una funzione di codice chiamata “add” che accetta due numeri come input e restituisce la loro somma. Un esempio di test automatico generato da ChatGPT potrebbe essere il seguente:

Codice CHATgpt

In questo esempio, la funzione di test “test_add” utilizza la funzione “add” per eseguire diverse operazioni di somma e utilizza l’affermazione “assert” per verificare che il risultato restituito sia corretto.

Il modello di linguaggio potrebbe essere addestrato utilizzando esempi di codice e test unitari esistenti, quindi potrebbe generare automaticamente test simili per nuove funzioni di codice.

Tuttavia, è importante notare che generare test automaticamente non garantisce che siano completi o che coprano tutti i possibili casi d’uso, quindi è importante che un essere umano revisioni i test generati e li integri con eventuali casi d’uso mancanti.

Redazione:

Un’ultima richiesta: potresti raccontare una favola a due sorelline Lara e Claudia? I protagonisti della favola sono Sbirulino e Sbirulò.

ChatGPT:
Certo, con piacere! Ecco una favola che ho creato per Lara e Claudia:

C’erano una volta due fratelli sbirulini, Sbirulino e Sbirulò, che vivevano in un piccolo villaggio nella foresta. Sbirulino era sempre molto curioso e amava esplorare la foresta, mentre Sbirulò era più tranquillo e preferiva restare a casa.

Un giorno, Sbirulino decise di esplorare la parte più profonda della foresta, dove nessuno del villaggio era mai stato prima. Sbirulò non voleva accompagnarlo, ma Sbirulino insistette, dicendo che sarebbe stato divertente e che avrebbero potuto fare nuove scoperte.

Così, i due fratelli partirono insieme. Mentre camminavano, incontrarono un piccolo uccello che chiedeva aiuto. L’uccello gli disse che il suo nido era stato distrutto da una tempesta e che non aveva un posto dove stare. Sbirulino e Sbirulò decisero di aiutare l’uccello e costruirono un nuovo nido per lui.

Grazie alla loro gentilezza, l’uccello li premiò mostrando loro un sentiero segreto che conduceva ad una cascata meravigliosa, nascosta nella foresta. I fratelli rimasero incantati dalla bellezza della cascata e decisero di tornare al villaggio per condividere la loro scoperta con gli altri abitanti.

Da quel giorno, Sbirulino e Sbirulò diventarono famosi per la loro esplorazione e per aver scoperto la cascata nascosta. E ogni volta che passavano dal nido dell’uccello, questo li salutava con un canto ringraziandoli per avergli dato una casa.

La morale di questa storia è che la gentilezza e l’aiuto agli altri possono portare a scoperte meravigliose e che anche le piccole azioni possono fare una grande differenza.

Si conclude qui la nostra intervista ed esperienza con l’automa CHAGPT

Per utilizzare e conoscere CHAGPT puoi visitare https://openai.com/blog/chatgpt/

Aggiornamenti ISTAT 2023, per gli importi di reddito e l’indicatore ISEE

Dal 1 gennaio 2023 in vigore gli aggiornamenti ISTAT per gli importi di reddito e l’indicatore ISEE

Il MEF comunica che per effetto delle disposizioni normative che regolano la Carta Acquisti, gli importi di reddito e l’indicatore ISEE che regolano l’accesso al citato contributo, per il 2023, sono perequati al tasso di inflazione ISTAT.

A partire dall’1 gennaio 2023, il limite massimo del valore dell’indicatore ISEE e dell’importo complessivo dei redditi comunque percepiti sono rispettivamente così determinati:

  • per i cittadini nella fascia di età dei minori di anni 3, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 7.640,18
  • per i cittadini di età compresa tra i 65 e i 70, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 7.640,18 e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a euro 7.640,18;
  • per i cittadini nella fascia di età superiore agli anni 70, valore massimo dell’indicatore ISEE pari a euro 7.640,18 e importo complessivo dei redditi percepiti non superiore a euro 10.186,91.

Alla luce delle suddette indicazioni, a partire dal 1 gennaio 2023, per i cittadini che presentano domanda per ottenere il beneficio Carta Acquisti, dovrà essere utilizzata la nuova modulistica con i limiti ISEE e reddituali sopra riportati. I moduli sono disponibili presso gli Uffici postali e nei siti internet di INPS, POSTE ITALIANE, Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Molto utile per approfondire l’argomento

PEREQUAZIONE AUTOMATICA DELLE PENSIONI