Calcolo rivalutazione Istat di un importo

Si può effettuare una rivalutazione Istat di un importo utilizzando diversi indici ISTAT. Qui è già  selezionato l'Indice per le famiglie di operai e impiegati al netto dei tabacchi (FOI).

Il FOI è quello che per legge viene utilizzato per aggiornare periodicamente TFR, canone di affitto/locazione, pensione o l'assegno di mantenimento dovuto al coniuge separato. Si pubblica sulla Gazzetta Ufficiale ai sensi dell'art. 81 della legge 27 luglio 1978, n. 392. 

Nell'eventualità  si desiderasse effettuare rivalutazioni monetarie utilizzando altri indici basterà selezionare l'indice che interessa.

Ultimi Indici Istat dei Prezzi al Consumo per le Rivalutazioni Monetarie
Periodi: Aprile 2024, Marzo 2024 e Febbraio 2024

Periodo di riferimentoAprile
2024
Marzo
2024
Febbraio
2024
Indice generale FOI*119,3119,4119,3
Variazione % rispetto al mese precedente-0,1%0,1%0,0%
Variazione % rispetto allo stesso mese dell'anno precedente0,8%1,2%0,7%
Variazione % rispetto allo stesso mese di due anni precedenti8,8%8,6%9,7%

(*) Indice generale FOI (base di riferimento 2015=100. Coefficiente di raccordo 1,071 con la precedente base 2010=100)

Scarica la tabella in formato csv

Tool per calcolare la rivalutazione Istat di un importo

NEW L'ultimo indice Istat per adeguare affitto e assegno al coniuge è quello di Aprile 2024 con una variazione annua uguale a 0,8% e mensile -0,1%.

Per effettuare una rilevazione monetaria:

  1. Selezionare in Tipo Indice Istat( l'indice FOI senza tabacchi è già selezionato)
  2. Inserire il periodo iniziale nel campo Dal.
  3. Inserire il periodo finale nel campo Al.
  4. Inserire l'importo da rivalutare o adeguare nel campo Importo.
  5. Clic su Calcola.
Quali sono le differenze tra i vari tipi di indici Istat?
Dal
Al